Presto gli scacchi saranno materia di studio nelle scuole russe

Artur Lebedev/TASS
Il ministro dell’Istruzione ha annunciato di voler insegnare questo sport ai ragazzi: “Un’ora alla settimana per migliorare le capacità dei nostri studenti”

Il Ministero russo dell’Istruzione prevede di introdurre gli scacchi come materia obbligatoria per i ragazzi delle scuole. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione Olga Vasilieva, così come riporta l’agenzia Tass, al Consiglio della Federazione. L’obiettivo è riservare un’ora alla settimana per insegnare questo sport così tanto amato in Russia.

Così come ha fatto sapere il ministro, agli insegnanti non saranno richieste competenze aggiuntive. “Prevediamo un programma molto semplice – ha detto Olga Vasilieva -. Qualsiasi professore sarà in grado di insegnare ai ragazzi il gioco degli scacchi utilizzando semplicemente alcuni suggerimenti metodologici appropriati”.
Olga Vasilieva ha fatto sapere che da tempo il Ministero sta lavorando al progetto. “È risaputo che il gioco degli scacchi sia direttamente relazionato all’aumento della qualità educativa dei nostri studenti. È così in tutti i paesi. I ragazzi che giocano a scacchi dimostrano voti completamente diversi rispetto a coloro che non giocano”.
Per conoscere i tanti modi in cui la Federazione tiene vivo questo gioco, dai campionati mondiali ai centri diffusi in tutto il paese, cliccate qui.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale