Lenin, deputato propone di smantellare mausoleo e seppellire il corpo

Si riaccende il dibattito in occasione dell’anniversario della Rivoluzione russa

Il deputato del partito Liberal democratico Ivan Sukharev ha inviato una richiesta alla portavoce del Consiglio della Federazione (la camera alta del parlamento) Valentina Matvienko, nella quale chiede che venga presa in considerazione la possibilità di smantellare il mausoleo di Vladimir Lenin situato in Piazza Rossa a Mosca.

Secondo Sukharev l’anniversario della Rivoluzione russa che si celebra quest’anno sarebbe l’occasione ideale per mettere il punto finale all’annoso dibattito. "La rivoluzione bolscevica - ha detto Sukharev -, è stata essenzialmente un crimine contro lo Stato. Ora noi viviamo in una nazione totalmente diversa ma il suo capo si trova ancora nel centro della capitale: dobbiamo procedere alla riconciliazione fra bianchi e rossi e seppellire il leader bolscevico col rito ortodosso. La stessa Chiesa ortodossa è favorevole a questa posizione".

La disputa sulla possibile sepoltura del leader della rivoluzione si è aperta alla fine degli anni Ottanta e si riaccende ogni anno alla vigilia dell’anniversario della nascita di Lenin (22 aprile) e della sua morte (21 gennaio).

Secondo un sondaggio realizzato dal centro Vtsiom nell’aprile 2016, il 60% dei russi sarebbe favorevole al seppellimento del corpo di Lenin.

Nel gennaio 2016 invece il Presidente russo Vladimir Putin ha invitato alla prudenza, sostenendo che non sia necessario prendere decisioni affrettate in merito alla possibile sepoltura del corpo di Lenin.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale