Mosca, tornano le ruspe contro gli edifici non autorizzati

Le ruspe abbattono alcune costruzioni non autorizzate nel centro di Mosca.

Le ruspe abbattono alcune costruzioni non autorizzate nel centro di Mosca.

: AP
Una nuova ondata di “demolizioni” è già iniziata: nelle prossime ore verranno rasi al suolo oltre 90 edifici costruiti illegalmente negli anni. Per i proprietari previsti risarcimenti

Nelle prossime ore a Mosca oltre 90 edifici “non autorizzati” (samostroj, in russo) saranno demoliti. Lo ha riferito il 29 agosto l’ufficio stampa dell’Ispettorato statale per il controllo degli immobili della capitale. L’opera di demolizione è già iniziata nella notte in diverse aree della città, compresa la periferia.

“Lo smantellamento di strutture costruite illegalmente negli anni è stata effettuata come previsto”, hanno fatto sapere.

Una prima parte delle demolizioni di massa era già iniziata nel febbraio 2016, quando erano state smantellate 103 costruzioni, buona parte delle quali situate vicino alle fermate della metro. Una seconda ondata di demolizioni avvenne a giugno, quando le ruspe distrussero 107 strutture.

Circa due terzi dei proprietari delle cosiddette “samostroj” hanno accettato di smantellare autonomamente gli edifici e riceveranno un risarcimento di 55.500 rubli (circa 850 euro) per metro quadro.

Ti potrebbe interessare anche: 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta