Siria, arrivati a Palmira gli sminatori russi

Insieme a unità cinofile, lavoreranno per ripulire la zona dagli esplosivi disseminati dall'Is

Il primo gruppo di sminatori russi è arrivato in Siria, nella base aerea di Hmeimim, per ripulire la zona di Palmira dalle mine disseminate dagli estremisti dell’Is. Lo ha riferito il Ministero russo della Difesa. “Oggi - si legge in un comunicato -, la prima parte del gruppo delle forze armate russe è arrivato alla base aerea Hmeimim in Siria per partecipare allo sminamento della parte storica della città di Palmira”.

Dopo che le forze governative siriane sono riuscite a riprendere il "pieno controllo" di questo territorio, ora è iniziata la conta dei danni. Oltre allo scempio e alla distruzione che i terroristi hanno lasciato dietro di sé, si presenta il problema delle mine, di cui è stata disseminata la zona. 

Il gruppo di sminatori, “completamente autonomo e dotato delle più moderne attrezzature”, è accompagnato anche da unità di cani cinofili addestrati per la ricerca degli esplosivi. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta