A Mosca demoliti chioschi considerati illegali

Chistye Prudy.

Chistye Prudy.

elizabet1011 / Instagram
In una sola notte sono finite sotto le gru le attività commerciali di Chistye Prudy. Oltre un centinaio le strutture erette negli anni Novanta e oggi destinate alla demolizione

Sta sollevando non poche critiche la decisione di demolire a Mosca chioschi e piccole attività commerciali, ritenuti “non autorizzati”. In una sola notte, per esempio, sono spariti i chioschi vicino alla metro Chistye Prudy.

Oltre un centinaio le strutture destinate alla demolizione, così come ha fatto sapere il sindaco della capitale russe Sergej Sobyanin: si tratta perlopiù di costruzioni realizzate negli anni Novanta, le cui autorizzazioni sono considerate non del tutto legittime.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta