Siria, Mosca non fermerà le operazioni aeree finché ci saranno terroristi

Il ministro russo degli Esteri Sergej Lavrov.

Il ministro russo degli Esteri Sergej Lavrov.

AP
Il ministro russo degli Esteri: "L'aviazione proseguirà il proprio lavoro finché non avremo sconfitto realmente le organizzazioni terroristiche Stato Islamico e il Fronte Al Nusra"

La Russia non interromperà le operazioni aeree in Siria finché saranno attive organizzazioni terroristiche. Lo ha dichiarato oggi il ministro russo degli Esteri Sergej Lavrov. “L’aviazione russa porterà avanti il proprio lavoro finché non avremo sconfitto realmente le organizzazioni terroristiche Stato Islamico e il Fronte Al Nusra. Non capisco perché dovremmo fermare i bombardamenti aerei”, ha detto Lavrov, ricordando che la Russia, a differenza della coalizione guidata dagli Usa, ha il consenso del regime di Damasco per portare avanti la sua operazione. 

Lavrov ha quindi aggiunto che Mosca farà tutto il possibile affinché le delegazioni di governo e degli oppositori difendano “gli interessi del popolo siriano” e non le proprie ambizioni personali.

Riprendendo le parole del ministro, il vicecapo del Consiglio di Sicurezza russo Evgenij Lukyanov ha detto che l’operazione russa in Siria “non ha una data per essere portata a termine, ma chiaramente non sarà molto prolungata”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta