Giù il prezzo del petrolio, la Russia rivede il bilancio

Il primo ministro russo Dmitrij Medvedev ha dichiarato che sarà necessario rivedere il bilancio generale dello Stato

Il primo ministro russo Dmitrij Medvedev ha dichiarato oggi che la caduta dei prezzi del petrolio, il principale prodotto di esportazione del Paese, costringe a rivedere il bilancio generale dello Stato. “La dinamica è difficile da prevedere - ha detto Medvedev, secondo la stampa russa -. Inoltre sono state tolte le sanzioni contro l’Iran e il greggio continua la sua caduta”. 

Durante una riunione, Medvedev ha quindi avvertito che saranno necessarie “ulteriori misure per rimpinguare le entrate e una riduzione delle spese”.

In precedenza, Medvedev aveva chiesto ai ministeri e alle istituzioni pubbliche di ridurre le spese del 10%. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta