Conoscere Eurasia: tra economia e cultura, presentato il programma 2016

L’associazione ha reso noti i prossimi appuntamenti, dal World Economic Forum di Davos fino all’Astana Economic Forum. Spazio anche alla cultura, con il Premio letterario italo russo “Raduga”. Il presidente: “Vogliamo essere uno dei principali promotori delle relazioni economiche tra Italia, Federazione Russa e Unione Economica Eurasiatica”

“L’Associazione Conoscere Eurasia vuole essere sempre più uno dei principali promotori delle relazioni economiche tra Italia, Federazione Russa e Unione Economica Eurasiatica”. Lo ha detto il presidente dell’associazione Antonio Fallico presentando a Verona le attività in calendario nel 2016. “Un ruolo incisivo e determinante quello svolto dall’associazione senza scopo di lucro costituita nel 2008 e con sede a Verona – ha proseguito Fallico -, che quest’anno si prepara a intensificare ulteriormente il proprio programma a sostegno delle imprese di Italia e Eurasia, con particolare attenzione alla ripresa dei rapporti commerciali con la Federazione Russa, segnati da un 2015 conclusosi in terreno negativo con perdite a doppia cifra per entrambi i partner”. 

Milano, Bari, Napoli, Catania, Roma, Firenze, Lugano, Bolzano, Verona e Torino sono le città che, da febbraio a novembre, ospiteranno seminari e forum per il potenziamento del business italiano in un’area strategica dello scacchiere economico mondiale. Cresce e si consolida anche il ruolo internazionale dell’associazione. Due i principali appuntamenti in calendario: la partecipazione al World Economic Forum di Davos (20-23 gennaio) e al Forum economico internazionale di San Pietroburgo (16-18 giugno), dove l’Associazione sarà impegnata nell’organizzazione diretta di un nuovo progetto di promozione a favore del sistema Italia.

Tra le partnership siglate che prevedono una partecipazione attiva di Conoscere Eurasia anche quelle con l’Astana Economic Forum (Kazakistan, 25-26 maggio) e con i summit economici mondiali di New Delhi e Pechino. 

Molte le iniziative di Conoscere Eurasia in ambito culturale, come la settima edizione del cineforum in lingua originale con sottotitoli in italiano (18 gennaio – 21 marzo) e il Premio letterario italo russo “Raduga” (Kaliningrad, 1 luglio), che l’anno scorso ha superato i 460 partecipanti dai due Paesi. Proseguiranno anche nel 2016 i corsi della Scuola Russa del Consolato Onorario di Verona dedicati ad allievi dai 3 ai 13 anni, così come i corsi di lingua per adulti.

Con oltre 450 iscrizioni dal 2009 ad oggi, il Centro certificato di corsi di russo è tra i più referenziati in Italia e frequentato da imprenditori nei diversi settori, giornalisti, avvocati, liberi professionisti ma anche operatori del canale Horeca, addetti alle vendite, studenti e insegnanti a dimostrazione di un crescente interesse verso la lingua e la cultura russa e non solo da parte degli italiani. Infatti sono in aumento gli immatricolati provenienti da Germania, Polonia, USA, Belgio e Ungheria.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta