Aereo abbattuto, Medvedev: "Seriamente minate le relazioni con la Turchia"

Il premier russo interviene all'indomani dell'incidente sul confine turco-siriano: "La Turchia difende l'Is. Si inaspriscono anche i nostri rapporti con la Nato"

Sale la tensione tra Russia e Turchia. A poche ore dai fatti che hanno profondamente compromesso le relazioni russo-turche, il premier Dmitri Medvedev è intervenuto sulla vicenda: “L’abbattimento dell’aereo russo sul confine turco-siriano ha portato a tre conseguenze - ha detto Medvedev -. In primo luogo, al pericoloso inasprimento delle relazioni tra la Russia e la Nato, che non può essere giustificato da alcun tipo di interesse, compresa la difesa dei propri confini. In secondo luogo, la Turchia con le sue azioni ha dimostrato di difendere i combattenti dello Stato Islamico. Una cosa che non dovrebbe sorprendere, visto che alcuni funzionari pubblici in Turchia hanno interessi economici legati all’Is".

"Infine, ha dimostrato che le relazioni di buon vicinato tra la Russia e la Turchia, comprese quelle economiche e umanitarie, sono ormai minate. Sarà un danno difficile da colmare e le dirette conseguenze potranno essere lo stop a una serie di importanti progetti congiunti e la perdita delle proprie posizioni, da parte delle compagnie turche, sul mercato russo”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta