Laika, il cane che rincorse le stelle

Ricorre oggi l’anniversario del lancio in orbita della cagnolina sovietica che passò alla storia come il primo essere vivente a volare nello spazio

Sono trascorsi 58 anni. Il 3 novembre del 1957 la cagnolina Laika, il cui vero nome era Kudrjavka, “ricciolina”, venne imbarcata nella capsula spaziale sovietica Sputnik 2, passando così alla storia come il primo essere vivente a volare in orbita. La cagnolina morì poche ore dopo il lancio, dimostrando però che un essere vivente può sopravvivere anche a un lancio in orbita e all’assenza della gravità. 

La morte di Laika scatenò dure polemiche sull’utilizzo di animali a scopi scientifici. Ma spianò la strada verso la conquista dello spazio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta