Grande festa in ambasciata a Mosca per il 2 giugno: tra gli ospiti anche mister Capello

Villa Berg ha aperto le sue porte a personaggi d’eccezione e a figure da sempre vicine al mondo culturale e imprenditoriale del Belpaese

L'ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini, a sinistra, saluta l'allenatore della Nazionale di calcio russa Fabio Capello (Foto: ufficio stampa)

Una doppia festa per celebrare la Repubblica Italiana. Villa Berg, sede dell’ambasciata italiana a Mosca, ha aperto le sue porte il 3 e il 4 giugno per riunire ospiti d’eccezione e figure da sempre vicine al mondo culturale e imprenditoriale del Belpaese. Tra gli invitati, anche l’allenatore della Nazionale di calcio russa Fabio Capello, il vice premier Arkadij Dvorkovich e Mikhail Kusnirovich, il patron dei magazzini Gum in Piazza Rossa. A fare gli onori di casa, l’ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini. 

Per due giorni Villa Berg si è quindi trasformata in un’eccezionale vetrina dove è stato esposto il meglio del Made in Italy: tra Maserati, Ferrari e Vespe esposte, i festeggiamenti sono proseguiti fino a notte fonda.

I festeggiamenti nel cortile di Villa Berg (Foto: ufficio stampa)

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta