Inondazioni, in ginocchio l'Estremo Oriente

Almeno sei morti e 20.000 persone evacuate. È il tragico bilancio delle inondazioni che hanno colpito l’Estremo Oriente

Quasi settemila case sommerse dall’acqua, 20.000 persone evacuate e sei morti. È il tragico bilancio delle inondazioni che hanno colpito l’Estremo Oriente russo, da giorni in ginocchio a causa delle abbondanti piogge cadute su queste zone. 

Durante la giornata di martedì i siti internet ufficiali delle amministrazioni locali annunciavano un progressivo abbassamento del livello dei fiumi nella Repubblica dell’Altaj, con il conseguente rientro nelle proprie case da parte di buona parte della popolazione. Più tardi, però, è scattato l’allarme anche per il fiume Ob. 


Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta