Il segreto del successo? I distributori

Lo spazio espositivo di Mosca (Foto: ufficio stampa)

Lo spazio espositivo di Mosca (Foto: ufficio stampa)

L'azienda di produzione di rivestimenti in ceramica FAP, che esporta in Russia dal 2001, ha recentemente inaugurato uno spazio espositivo nel centro della capitale. Obiettivo: creare un luogo d'incontro tra i professionisti dell'arredamento e i produttori, per stimolare nuove sinergie

Da circa 6 mesi, c'è un po' di Italia in più nel cuore di Mosca. L'azienda FAP Ceramiche, nata a Sassuolo nella metà degli anni sessanta sotto il nome di Fabbrica Artistica Piastrelle, ha aggiunto un nuovo tassello al suo sviluppo nella Federazione aprendo un spazio espositivo al centro della capitale. “La necessità era di avere uno spazio dove poter esporre tutta la produzione di FAP in un ambiente di alto design italiano, dove architetti, designer e progettisti potessero trovare tutti i materiali e l’assistenza per i loro progetti in un unico luogo altamente professionale – spiega Costante Marengo, agente specializzato per la Russia -. Non sempre purtroppo le show room dei nostri distributori hanno queste caratteristiche, e purtroppo sempre più spesso espongono copie dei nostri prodotti con grave danno per la nostra immagine”. La volontà di far incontrare produttori e progettisti si esplica anche in diverse attività che saranno proposte nello spazio moscovita.

Costante Marengo, agente specializzato per la Russia (Foto: ufficio stampa)

“Inaugurato mercoledì 14 ottobre a Mosca, posso dire che si tratta di un progetto innovativo – precisa Marengo - è un laboratorio di 250 metri quadrati che raccoglie un’ampia selezione della produzione ceramica di FAP. L’ambiente si configura come un spazio di incontro e di stimolo per nuove idee nel settore dell’arredo e del design, supportate anche da eventi, corsi di formazione e workshop”. Lo spazio è a disposizione anche di altri produttori del Gruppo Concorde, di cui FAP Ceramiche fa parte dal 1997, come ad esempio i prodotti dell'azienda Keope, specializzata nel gres porcellanato. Ma quando inizia l'avventura dell'azienda nella Federazione? “Abbiamo cominciato la nostra attività in Russia nel 2001 - racconta il manager - e la nostra distribuzione è basata soprattutto su una capillare rete di distributori, circa un centinaio, presenti in tutte le maggiori città russe, da Kaliningrad a Vladivostok. Fin dall’inizio è stato necessario partecipare alle fiere specializzate, in particolare negli anni precedenti al Mosbuild e da quest'anno al Batimat che si svolge presso Crocus Expo. Così pure è stata utile la presenza di pagine pubblicitarie sulle più prestigiose riviste specializzate, come AD, Salon, 100% Design”.

L'azienda, in costante evoluzione, non fa a meno della comunicazione social investendo network come Facebook e Instagram, e puntando l'attenzione sui portali dedicati all’architettura e al design come ad esempio archiprofi.ru. “Ma l’elemento fondamentale resta sempre la presenza fisica costante, a Mosca come nelle Regioni, di personale qualificato per presentare i nuovi prodotti e per dare assistenza ad architetti e designer nei loro progetti”, sottolinea Costante che precisa anche come tutto lo staff sul posto, 5 italiani e 2 russi, sia perfettamente bilingue. “Se le lungaggini burocratiche erano un ostacolo all'inizio della nostra attività, negli ultimi tempi le cose stanno migliorando, così come la logistica che ha tempi di consegna più brevi e pochissime rotture di materiali, cosa che un tempo avveniva con una certa frequenza”, aggiunge il manager. 

Forte del successo delle ultime collezioni, di cui la nuova serie Frame è stata presentata in anteprima mondiale al Batimat di Mosca, l'azienda punta a consolidarsi nel mercato della Federazione nonostante una congiuntura poco favorevole.  “La situazione attuale rende difficile fare previsioni ed elaborare strategie nel lungo periodo - ammette il manager -. A breve e medio termine, però, continueremo a rafforzare la nostra presenza sul territorio, in controtendenza con quelle aziende che, fortemente toccate dall’attuale situazione di crisi, riducono la loro presenza ed i loro investimenti in Russia. Noi siamo convinti che anche questa crisi passerà e il mercato russo tornerà a darci le soddisfazioni che abbiamo conosciuto negli anni passati. Per questo la nostra show room nei prossimi mesi ospiterà molti eventi, quali masterclass per venditori, presentazioni di nuovi prodotti ad architetti e designer, workshop sui temi legati all’interior design, come ad esempio un tema ancora poco conosciuto ma di grande interesse quale il Feng Shui”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta