A Mosca la spesa online te la consegnano in 15 minuti: sarà la fine dei supermercati?

Anton Belitskij/TASS
Il gigante russo del web Yandex ha lanciato un nuovo servizio che promette di rivoluzionare definitivamente le abitudini dei consumatori

Secondo InfoLine, entro il 2023, il volume delle vendite di cibo online in Russia raggiungerà i 200 miliardi di rubli all’anno (2,87 miliardi di euro). Il colosso russo di internet Yandex ha lanciato il servizio di consegna dei prodotti Yandex.Lavka nell’agosto 2019 (“lavka” in russo significa “bottega”), e già sorprende il mercato con la velocità di consegna dichiarata. Vediamo se davvero riescono a consegnare una spesa completa a domicilio in 15 minuti, come promettono.

Tanti “dark store” e un ricco assortimento

A inizio febbraio 2020 Yandex ha già in affitto a Mosca circa 60 mini-magazzini con una superficie fino a 150 metri quadrati nel formato “dark store” (un negozio senza vetrina). Ognuno di questi magazzini immagazzina 1.500 - 2.000 differenti articoli diversi. La varietà è ampia; ad esempio, in ogni negozio, oltre al solito latte pastorizzato, ce ne sono diversi altri tipi: di soia, d’avena, scremato, di cocco, ecc. Inoltre, i cibi pronti di alcuni ristoranti partner sono a disposizione nei magazzini, così come dei kit di ingredienti con ricetta per cucinare da soli.

Ma non è tutto: ogni negozio ha la sua piccola cucina, dove, se lo si desidera, senza alcun costo aggiuntivo, si possono preparare i piatti caldi di quei kit di cui sopra.

Oltre agli alimentari, è possibile ordinare detersivi, prodotti per l’igiene, alimenti per animali, batterie e persino prolunghe.

La consegna in bicicletta

In ogni magazzino ci sono persone che raccolgono l’ordine e hanno 3-4 minuti per impacchettare tutto quanto è stato ordinato. Esattamente nel momento in cui la busta è pronta, un corriere arriva al magazzino, ritira l’ordine e lo parte in bicicletta per la consegna all’indirizzo desiderato. Tutti i prodotti vengono consegnati in sacchetti artigianali.

Il raggio di consegna da ciascun magazzino è di massimo 1,5-2 chilometri, ovvero non più di 10 minuti in bicicletta fino al punto più lontano, il che consente di consegnare la merce entro 15 minuti dalla ricezione dell’ordine. Il negozio Yandex.Lavka non ha corrieri propri. I prodotti vengono consegnati da corrieri che già lavorano in un altro servizio del gigante di Internet per la consegna di cibo dei ristoranti: Yandex.Eda.

La consegna è completamente gratuita, ma in caso di forte domanda, il servizio può stabilire una limitazione del minimo dell’ordine. Il costo minimo dell’ordine è compreso di solito tra 100 e 300 rubli (1,45- 4,35 euro).

La spesa media dei clienti di Lavka è oggi compreso tra 600 e 1000 rubli (8,70-14,50 euro). Molto spesso, nel negozio ordinano acqua minerale (da 5 e 1,5 litri), uova, latte, banane e limoni, dice il servizio stampa del servizio.

Lo mettiamo alla prova

Provo a ordinare un croissant ripieno al salmone per 119 rubli (1,71 euro). Nel bar più vicino costa circa 200 rubli, ovvero 2,90 euro. Ma ho subito un problema: non c’è un magazzino vicino al mio posto di lavoro e la consegna è impossibile. Mosca infatti non è ancora tutta coperta dal servizio, ma Yandex promette di aprire entro la fine del 2020 altri 200 nuovi magazzini nella capitale, e di iniziare a consegnare prodotti anche a San Pietroburgo. Vedo sulla mappa che la zona dove lavora mia madre è coperta, e quindi quello stesso croissant lo ordino per lei. Alle 15:03 effettuo l’ordine e mi arriva una notifica sul telefono a ogni fase della consegna.

L’imballaggio e il trasferimento sono durati circa 2 minuti. Circa 10 minuti ho guardato nell’app, come il corriere stava pedalando verso l’ufficio di mamma. Ma, senza consegnare l’ordine, fa una brusca virata e torna di corsa al magazzino. L’orologio segnava le 15:25 e lo sfortunato croissant era scomparso dalla vista.

Chiamo il corriere. Mi risponde: “Sì, non l’ho trovata e sono tornato al magazzino. Ci sono ancora molti ordini a questo indirizzo, tornerò presto”.

Il croissant ritorna alle 15:34: l’ordine è stato consegnato in 31 minuti anziché 15.

“Verificheremo. Non dovrebbe essere così”, mi dice il servizio stampa di Lavka. Successivamente sono stata informata che, secondo le istruzioni, il corriere avrebbe dovuto attendere il cliente per 10 minuti.

“Questo accade estremamente di rado, la percentuale di ritardi e quella di cancellazioni a causa dell’impossibilità di trovare il cliente è estremamente bassa”, ha aggiunto la società.

A chi fa concorrenza Lavka? Al frigorifero!

La comparsa di servizi come Yandex.Lavka riflette un importante spostamento nel comportamento dei consumatori: gli utenti hanno iniziato a fare acquisti in modo più impulsivo e momentaneo, a quanto dice il servizio stampa.

“Ora le persone sono meno propense a trascorrere del tempo negli ipermercati, e fare compere programmate per una settimana intera. In senso figurato, Yandex.Lavka non compete tanto con un particolare formato di vendita quanto con il frigorifero di casa”, ha dichiarato Elena Novikova, responsabile del servizio stampa Yandex.Lavka.

Secondo Novikova, il compito finale del negozio è soddisfare la necessità per il momento, in modo che l’utente non debba conservare i prodotti quando può ordinarne di nuovi.

Lia Levinbuk, vice presidente dell’Associazione delle compagnie del commercio elettronico (AKIT), ha affermato che la quota delle vendite di prodotti online in Russia aumenterà anno dopo anno, ma che ciò non minaccerà i normali negozi.

“I nostri negozi non chiuderanno mai, molto probabilmente la localizzazione e le dimensioni dei punti vendita cambieranno, ma i negozi fisici continueranno a prevalere”, ha detto Levinbuk.

Non vale davvero la pena aspettarsi la chiusura di massa dei negozi nei prossimi 10 anni, ha affermato Andrej Karpov, presidente dell’Associazione degli esperti del mercato al dettaglio: “A livello di ipotesi, ovviamente, si può sostenere che un giorno i negozi offline scompariranno, ma credo che non avverrà nel corso delle nostre vite. Una certa percentuale di acquisti di cibo online ci sarà, ma dubito che in un prossimo futuro supererà il 50%”.

I rivali russi di Google e Facebook: perché Yandex e Vk continuano a dominare? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie