Nella Penisola del Taymir potrebbe nascere il più grande cluster petrolifero dell’Artico russo

Evgenij Biyatov/Sputnik

La compagnia Rosneft sta studiando la progettazione del più grande cluster petrolifero dell’Artico russo, nella Penisola del Taymir (Siberia settentrionale). Lo ha dichiarato Igor Sechin, amministratore delegato dell’azienda, durante un suo recente incontro con il presidente russo Vladimir Putin. La notizia è stata riportata sul sito ufficiale del presidente. 

L’azienda prevede di estrarre 100 milioni di tonnellate di oro nero all’anno entro il 2030. 

“I maggiori investitori occidentali e del sud-est asiatico hanno già dimostrato il proprio interesse”, ha fatto sapere Sechin. 

Il cluster potrebbe avere una grande importanza per lo sviluppo della Rotta marittima del nord, progetto cardine nella strategia artica del paese con il quale si vuole creare una scorciatoia tra Europa e Asia, ovviando alla tradizionale rotta attraverso il canale di Suez, per dare ulteriore spinta allo sviluppo dell’estremo nord russo.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie