Conte a Mosca incontra Putin e i rappresentanti degli imprenditori italiani

Reuters
Il presidente del consiglio: “Russia partner strategico per l’Italia”. E sulle sanzioni: “Non possono essere un fine ma un mezzo per risolvere le divergenze”. Putin: “Buona la collaborazione tra le aziende dei due paesi”

È iniziata sotto un cielo carico di pioggia la giornata del presidente del consiglio Giuseppe Conte in visita a Mosca. Conte ha deposto una corona di fiori davanti alla tomba del milite ignoto, ai Giardini di Alessandro, e in mattinata ha incontrato all’Expocenter una delegazione di imprenditori italiani del settore delle calzature e dei macchinari per il legno. “La Russia è un partner strategico per l’Italia - ha detto -. E sono qui oggi per dimostrare al presidente Putin la disponibilità del nostro paese al dialogo. Le sanzioni non possono essere un fine ma un mezzo per risolvere le divergenze”.

Il presidente del consiglio ha quindi aggiunto che la presenza imprenditoriale italiana alla fiera di Mosca è la testimonianza di “relazioni economiche solide”, che vantano “un’antica tradizione”.

Successivamente è stata la volta della stretta di mano con Putin, avvenuta nella sala Verde del Cremlino. Così come riporta l’agenzia Ria Novosti, Conte ha sottolineato che il governo italiano vuole supportare le aziende che fanno affari con la Russia: “Vi assicuro che siamo pronti a sostenere quelle aziende che intendono rafforzare la cooperazione imprenditoriale con le compagnie russe, che vogliono creare progetti congiunti, avviare nuovi investimenti nel paese ed esportare la propria tecnologia”.

Infine l’invito al numero uno del Cremlino: “Mi auguro che lei possa venire al più presto in Italia, manca da troppo tempo”.

Putin dal canto suo ha ringraziato la città di Roma per l’aiuto fornito ai tifosi russi coinvolti martedì sera nell’incidente delle scale mobili della metropolitana della capitale italiana. Spazio poi all’economia: il capo del Cremlino ha aggiunto che spera di poter registrare un’ulteriore crescita del giro d’affari tra Russia e Italia, fino a toccare nuovamente le cifre del 2013, quando gli scambi commerciali avevano raggiunto quota 53 miliardi di dollari. Così come riporta la Tass, Putin ha sottolineato che nel 2017 il giro d’affari tra i due paesi è aumentato del 21%, e nei primi otto mesi di quest’anno è cresciuto di un ulteriore 15%. “Confidiamo che questa dinamica positiva possa restare inalterata anche in futuro e che possa tornare alle cifre degli anni passati”.

Putin si è quindi rivolto ai rappresentati degli imprenditori italiani in Russia, sottolineando la buona collaborazione tra le aziende dei due paesi, capaci di realizzare importanti progetti su vasta scala, legati a vari settori, dall’energia ai trasporti, dalla tecnologia all’industria dello sport. “Sono convinto che non vogliate fermarvi qui, ma che puntiate a espandervi ulteriormente sul mercato russo - ha detto Putin -. Ciò si riflette anche nella firma del pacchetto di accordi preparati per la visita del presidente del consiglio Giuseppe Conte”. Putin ha infine definito l’Italia uno dei partner economici più importanti della Russia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie