Apre il primo ufficio di cambio di bitcoin della Russia

Andrey Nikerichev/Moskva Agency
Si chiama Sbercoin, e, anche se il design è quasi identico a quello di Sberbank, non ha nulla a che spartire con il colosso bancario, che ha preso le distanze. Il tasso è molto favorevole per i gestori

Il primo ufficio di cambio di criptovaluta della Russia, Sbercoin, ha aperto i battenti nei pressi della stazione ferroviaria Kurskij di Mosca. L’azienda dice che tutto è legale, e che per fare una transazione il cliente deve visitare di persona la nuova filiale, a fini di sicurezza. Solo dopo aver mostrato il passaporto o la patente di guida, la persona può firmare e ricevere la propria carta, l’e-wallet e le chiavi di deposito.
Al momento, il tasso di cambio è piuttosto alto: il 3 aprile comprare un Bitcoin da Sbercoin costava 455.000 rubli (6.445 euro), mentre la società acquistava un’unità per 309.000 rubli (4.377 euro). Il tasso del bitcoin su Forex era intanto di circa 5.705 euro. Un buon affare per loro, insomma.
Secondo i media russi, la società prevede di aprire altri uffici nei centri commerciali di Mosca e di allargare il portafoglio ad altre criptovalute. Alcuni utenti di internet affermano che il design degli uffici di Sbercoin è simile a quello della principale banca russa, Sberbank, che ha preso le distanze dal cripto-scambiatore.
Le banche russe attualmente non scambiano criptovaluta con denaro reale, ma la Duma di Stato sta prendendo in considerazione una proposta di legge per cambiare le cose.

Il 2018 sarà l’anno decisivo per le criptovalute in Russia?

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond