La chiave del successo spiegata dai businessman russi

Legion Media
Non fermarsi mai, imparare sempre qualcosa di nuovo, affrontare il fallimento con filosofia. Sette grandi uomini d'affari svelano i segreti per non mollare mai e tagliare nuovi traguardi nel mondo del lavoro

Leonid Mikhelson, co-titolare di Novatek, l’uomo più ricco di Russia secondo Forbes nel 2017, con un patrimonio di 18,4 miliardi di dollari

“Ogni cosa nella vita è soggetta a un continuo cambiamento. E non si può pensare di gestire un business così come si faceva cinque, dieci o quindici anni fa. Il ritmo e la velocità del processo decisionale crescono a ritmi vertiginosi, mentre l’ambiente e l’industria (per quanto riguarda il settore energetico) cambiamo rapidamente. I principi fondamentali ovviamente restano immutati: non farmarsi mai, andare sempre avanti”

Vedomosti, 2011 

Eugene Kaspersky, CEO di Kaspersky Lab

“Non abbiate paura di commettere errori. Non abbiate paura di sperimentare. Non abbiate paura di lavorare sodo. Magari non otterrete i risultati sperati, magari le circostanze non vi permetteranno di raggiungere i vostri obiettivi. Ma se non ci provate, sicuramente più avanti rimpiangerete di non averci nemmeno provato. Se ci provate, i risultati possibili sono due: il successo o il fallimento. Ma se non ci provate affatto, il risultato finale sarà uno solo. Quindi non abbiate paura! Provateci! Lavorate, imparate! Cercate le persone giuste che vi possano aiutare ma soprattutto... dateci dentro!”  

Delovidenie, 2012

Evgenij Davidovich, president di B&N Bank

“Non credo in quelle persone che sostengono di non sbagliare mai. Il fallimento è una parte inserparabile della vittoria. Se si vince sempre, ci si distacca dalla realtà. Il fallimento è una doccia fredda che a volte però risulta necessaria per avvicinarsi ulteriormente ai propri obiettivi”

GQ, 2017

Pavel Durov, fondatore del social network russo Vkontakte

“La massima concentrazione e la perseveranza sono le chiavi che aprono la porta del successo alla gente in un’era di computerizzazione globale. Solamente una persona che può focalizzarsi sul lavoro anziché sulle cose di minor importanza può raggiungere davvero massimi risultati. Mettete da parte i videogiochi, smettetela di trascorrere tempo sul social network e su internet senza avere alcuno scopo e senza sapere esattamente che cosa state cercando”

VK, 2017

Andrej Romanenko, fondatore di Qiwi, il colosso russo per i pagamenti e managing partner del fondo di investimenti Run Capital 

“Se non avete sogni, significa che non state guardando al futuro. Ognuno dovrebbe avere un progetto per il futuro, per i prossimi due o cinque anni. Senza un progetto davanti ci si può imbattere in problemi, sia a livello personale, sia per quanto riguarda il lavoro. Pianificate ogni anno due o tre grandi progetti. Se uno di essi non si realizza potrebbe essere un brutto colpo a livello morale. Quindi è sempre meglio programmarne cinque o sei di progetti importanti, così se almeno due o tre di essi si realizzeranno, sarà fantastico”

The Village, 2013

Dmitrj Grishin, co-fondatore di Mail.Ru

“Nel XXI secolo ogni persona di successo deve imparare costantemente qualcosa di nuovo. È necessario tenere sempre attivo il senso di curiosità che abbiamo dentro di noi. Ad esempio, quando viene sviluppato un nuovo modello di auto, cerco sempre di capire cosa c’è dietro e di esplorarne la creazione. La gente spesso analizza le cose in maniera superficiale, semplicemente ‘sentendo qualcosa da qualcuno’”. Tutto ciò che accade nel mondo degli affari e della tecnologia è il risultato di una varietà di diversi trend che si connettono tra di loro”

GQ, 2017

Sergej Sarkisov, CEO della compagnia assicurativa RESO-Garantiya

“Fare business è come fare sport. Non è possibile ottenere buoni risultati se non ci si allena regolarmente e se non si aumenta l’intensità di carico. Questo modello vale anche nel mondo degli affari. Se non ci si dedica totalmente a questo, allora non si otterrà mai nulla”

GQ, 2017

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale