L’arte si siede a tavola: il piatto è un capolavoro

: Ristorante Name
Se la fragola incontra il cioccolato, il rossetto è... commestibile. Ecco le straordinarie creazioni di Rustam Tangirov, pluripremiato chef del ristorante Moscow’s Name, che per il suo nuovo menu ha ideato portate degne di un museo

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Rustam Tangirov, pluripremiato chef del ristorante Moscow’s Name, ha deciso di prendere i propri clienti per la gola.

Patè di quaglia

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Si tratta di un piatto davvero originale, tornato di moda negli ultimi anni. Guardando con attenzione, né il nido né le uova sono reali: sono infatti realizzati rispettivamente con verdure fritte e patè di quaglia. E il nero di seppia è stato utilizzato per macchiare gli ovetti.

Carne di renna con zucca e pigne

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Chiudete gli occhi, impugnate la forchetta e... ecco a voi la tundra in tavola! Carne di renna, muschio di renna, mirtilli rossi e pigne di pino, oltre a mele selvagge ed erbe, creano un mix di sapori particolari e interessanti. E come sempre, anche l’occhio vuole la sua parte: non vi ricorda la vera tundra?

Sassi con crema di vaniglia

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Dicono che i russi siano così duri che si nutrono di pietr. Beh, non esattamente tutti i giorni... ma solo quando siamo di cattivo umore! Scherzi a parte, i sassi nella foto non sono altro che deliziose meringhe. E allora, cosa aspettate, noi abbiamo già l’acquolina in bocca solo al pensiero di mordere uno di questi “sassi” e scoprire la morbida crema al loro interno.

Dolce “Inverno del nord”

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

A proposito dei russi e delle loro abitudini piuttosto rigide... avete mai sperimentato l’inverno del nord? L’opportunità è proprio qui, davanti ai vostri occhi, e potete sperimentarlo senza alzarvi da tavola. Cosa ne pensate di questi dolcetti al formaggio dolce, in tutto e per tutti simili a pezzi di ghiaccio?

Creme brûlée di capa santa

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Attraverso le sue creazioni culinarie, lo chef Tangirov invita i propri clienti a intraprendere uno straordinario viaggio attraverso i diversi territori russi. E questo piatto vi dà il benvenuto sulle rive del Mare di Bering: davanti a voi, una capa santa che assomiglia a un sassolino, sorbetto di alghe e nero di seppia. Insolito e gustoso! Da leccarsi i baffi!

Granchio selvaggio

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Provare il granchio fresco direttamente all’interno del suo guscio è una delizia per pochi. Soprattutto se il crostaceo proviene da Teriberka, nel Mare di Bering, dove vive una particolare specie protetta. E quello che possiamo ammirare in questa foto sembra che non abbia mai abbandonato il proprio habitat: alghe marine, muschio e addirittura un piatto che ricorda i colori dell’aurora boreale. Straordinario!

Aringa con pane e patate

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Pane di segale, aringhe, patate, cipolla e cetrioli. Nessun pittore potrebbe resistere dalla tentazione di ritrarre questa vera e propria opera d’arte.

Decorazione per albero di Natale “Pallina di denso zucchero”

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Chi ha rotto questa pallina natalizia? Ma soprattutto, perché tutto intorno c’è zucchero glassato? Questo piatto dall’aspetto “innevato” rappresenta alla perfezione lo spirito del Natale.

Tortino di carota

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Questo tortino di carota sembra la quintessenza di tutti i modi possibili e immaginabili in cui può essere cucinata una carota. Qui si incontrano il burro di carota, il sorbetto di carota, la crema, la marmellata e le briciole (ovviamente) di carota. Un’autentica festa per questo ortaggio!

Tortino al formaggio “Inverno anticipato”

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Foglie autunnali spolverate con i primi fiocchi di neve. L’inverno quest’anno arriverà presto! Questa creazione non è altro che un tortino al formaggio con una spolveratina di yogurt.

Mosaico di sedano rapa

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

I russi adorano la carne. Ma ci sono alcuni periodi dell’anno, come la Quaresima, in cui sono in molti a rinunciarci. E questo piatto è nato proprio in questa occasione: una meraviglia non solo per il palato ma anche per gli occhi.

Ravioli di barbabietola e melograno

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

Questo piatto è composto esclusivamente da barbabietola, che per l’occasione prende la forma di ravioli. Così come nel tortino di carota, anche qui l’ingrediente principale, la barbabietola, viene presentato in varie opzioni: come sorbetto, crema, spugna e ravioli. Una gustosa esplosione di rosso!

Rossetti commestibili fragola e cioccolato

Fonte: Ristorante NameFonte: Ristorante Name

È questa l’opera maestra dello chef, il piatto che gli ha donato la fama. Si tratta di rossetti per le labbra commestibili, fatti con una pasta di fragola e cioccolato, che si trasforma nell’arma segreta di qualsiasi signora.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale