Nel 2021-2022 Russia e Italia celebrano l’anno incrociato dei musei










Salvador Dalí
Gala, la mia Madonna Sistina. Illustrazione per il romanzo "Don Chisciotte", 1957

Salvador Dalí Gala, la mia Madonna Sistina. Illustrazione per il romanzo "Don Chisciotte", 1957

Ufficio stampa
Attesi tanti eventi ed esposizioni, come le mostre dedicate all’artista Alberto Burri (1915-1995) e a Leonardo Da Vinci

Il 2021-2022 sarà per la Russia e l’Italia l’anno incrociato dei musei. Si dovrà però aspettare marzo per conoscere la data esatta di inaugurazione, come ha detto il ministro russo della Cultura Olga Ljubimova. Ma i musei stanno scaldando i motori, e i maggiori complessi espositivi della Federazione si stanno già muovendo per organizzare eventi dedicati all’arte italiana, in Russia fonte di tendenze e ispirazione fin dai tempi degli zar. 

LEGGI ANCHE: Quei geni italiani alla corte degli zar che resero grande la Russia 

“L'Italia è una priorità assoluta per lo sviluppo del dialogo culturale. L'interazione in questo settore è di particolare importanza per tutta la rete delle relazioni fra Russia e Italia. Il meccanismo di cooperazione più importante sarà il Gruppo di Lavoro per la Cultura nell’ambito del Consiglio intergovernativo russo-italiano per la cooperazione economica, industriale e finanziaria”, ha dichiarato Ljubimova, ricordando che in agenda c’è anche il Forum di dialogo museale italo-russo, al quale parteciperanno i responsabili della comunità museale dei due paesi. 

Johann Friedrich Müller basato sul dipinto di Raffaello
Madonna Sistina
1816

Ad anticipare l’anno incrociato dei musei ci ha pensato l’Ermitage, con la mostra “After Raphael. 1520–2020” (inaugurata alla fine del 2020 e aperta fino al 28 marzo 2021), allestita per i 500 anni dalla morte del genio del Rinascimento. 

E nell’ambito dell’anno incrociato dei musei, sarà sempre il tempio dell’arte pietroburghese a inaugurare un’altra esposizione-omaggio all’Italia: “Arte del Medioevo tra Toscana e Umbria. Viaggio tra i capolavori della Galleria Nazionale dell'Umbria”, la cui apertura è attesa a maggio.

In Russia si terranno poi mostre dedicate all’artista Alberto Burri (1915-1995) e a Leonardo Da Vinci, con bozzetti provenienti dalla Biblioteca Nazionale di Torino, oltre a speciali esposizioni di opere concesse dai musei di Bergamo e Brescia e altri eventi.



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie