Chi è Morgenshtern, il rapper russo nominato “Donna dell’anno” che fa ballare Shaquille O’Neal

Okras (CC BY-SA 4.0)
Il ragazzo ha 22 anni ed è partito da un canale YouTube in cui prendeva in giro il mondo del rap e dei blogger. Adesso in Russia lo conoscono tutti, e persino il campione americano di basket sembra gradire la sua musica

Il premio è stato ricevuto da un rapper di 22 anni di Ufà, capitale della Repubblica di Baschiria, che improvvisando inventa testi sul momento, gira clip in una sola ripresa e con questo ci guadagna milioni. Com’è possibile?

“Oh ragazze, è così inaspettato e piacevole, considerando che ho un pene enorme”, così Morgenshtern, un giovane con tatuaggi sul viso e sul corpo, con indosso un lungo cappotto da donna, un mantello di pelliccia, un cappello a tesa larga e con una borsa Dolce & Gabbana, ha ringraziato dal palco per il Premio “Donna dell’anno” (“Женщина года”; “Zhenshchina goda”) ricevuto dalla rivista glamour “Moda Topical”. L’iniziativa, probabilmente, era una provocazione scherzosa inventata dalla rivista per farsi pubblicità.

E il rapper non si è fermato lì. In seguito ha scritto su Instagram che un tale premio per lui è stato una “boccata d’aria fresca”, visto che nel 2020 era già diventato l’artista più popolare, il più ascoltato e il più discusso. Ma chi è Morgenshtern, e come è diventato così famoso?

Espulsione dall’università & freestyle 

Tre anni fa, quasi nessuno conosceva Alisher Valeev, 20 anni, di Ufa. Amava il rap fin dall’infanzia e all’età di 12 anni ha registrato la sua prima traccia con una fotocamera da 2 megapixel e queste parole:

“Presto queste canzoni saranno con te, il quartiere le ascolta, gli amici le ascoltano, non vogliamo la fama, vogliamo ballare, il confine è dorato, siamo sopra le nuvole”.

Mentre frequentava Scienze pedagogiche all’università, cantava per strada per guadagnarsi un po’ di soldi e continuava a girare video e vlog per YouTube.

“A proposito, era fantastico, potevo cantare per 2-3 ore e raccogliere 1.500 rubli [al cambio di oggi 17 euro]. Mi ci andavo subito a ubriacare”, ricorda il rapper.

Uno dei suoi primi video riguarda l’espulsione dall’università. Avvenne dopo la pubblicazione di un video su YouTube in cui invitava una studentessa a fare sesso. Prima di lasciare per sempre l’ateneo, Alisher scommise con i membri del rettorato che in dieci anni sarebbe diventato famoso e che le sue canzoni “sulla merda” sarebbero state ascoltate in tutto il Paese.

La gloria per lui è arrivata ancora prima, appena quattro mesi dopo il lancio della nuova sezione “Easy Rap” sul suo canale YouTube. Nei video, mostra come compone brani e gira clip nello stile dei famosi rapper russi, dedicando al tutto appena alcuni minuti.

“Ciao, bastardi! Dimostrerò che non c’è niente di difficile nella creazione della musica moderna e che chiunque può farlo”. È così che inizia il primo video nella nuova sezione, pubblicato il 28 settembre del 2017, quando il canale non aveva nemmeno 20 mila iscritti (ora sta per raggiungere gli 8 milioni). Anche il video nel frattempo è stato visualizzato da quasi 14 milioni di utenti.

Per circa un anno ha continuato a inventare nuove tracce musicali improvvisate e a dissare (nel rap si parla di “dissing” nel caso di un brano che ha l’obiettivo di prendere in giro, criticare o addirittura insultare qualcuno, di solito persone appartenenti allo stesso ambiente) i blogger famosi e anche i candidati alla presidenza. Nel 2018, Alisher si è trasferito a Mosca e ha pubblicato il suo primo album, composto da vecchi brani. L’album ha raccolto 50 mila repost in un giorno sul social network russo Vkontakte e ha superato il suo record precedente.

All’inizio del 2019, ha pubblicato un nuovo album con il brano “Zelenoglazye deffki” (“Tipe dagli occhi verdi”). La canzone è entrata nella top 30 della classifica mondiale del sito Web Genius, nonché nella top 10 della classifica musicale di VKontakte.

Nell’inverno del 2019, il rapper ha annunciato di voler lasciare il video blogging per dedicarsi alla carriera musicale e fare un tour in Russia.

Una catenina da 3 milioni di rubli

Nel 2019-20, anche coloro che non sono più di tanto interessati al rap russo hanno imparato a conoscere Morgenshtern, grazie a diverse clip e all’uscita di un nuovo album.

Uno dei video è dedicato all’acquisto di una Mercedes-Benz, che ha raccolto 78 milioni di visualizzazioni. Nel video di “Novyj merin” Morgenshtern lancia banconote e racconta come, grazie ai tour, ha guadagnato i soldi per farsi la macchina nuova.

Questo è stato seguito da un altro videoclip con la cantante pop russa Klava Koka “Mne pokh” (“Me ne frego”; 68 milioni di visualizzazioni).

Il 17 gennaio 2020, Alisher ha pubblicato l’album “Legendarnaja pyl” (“Polvere leggendaria”), registrato dal vivo in una settimana. Due giorni dopo la sua uscita, l’album era già stato ascoltato 21 milioni di volte. Soddisfatto, il rapper si è ordinato una grossa catenina da 3 milioni di rubli (33.675 euro)

“Il finale dell’album contiene il momento più potente e allo stesso tempo inquietante del disco, una vera confessione di un mascalzone e, probabilmente, il ritratto più veritiero di Morgenshtern: la mia famiglia è orgogliosa di me, ma non mi interessa, mio nonno è morto, ma non mi dispiace per lui, ho detto che voglio essere un esempio per te, ma ti ho mentito, io sono un fottuto bastardo”,  scrive il portale giovanile Afisha Daily nella recensione dell’album.

Il 4 giugno 2020, Morgenshtern ha fatto uscire un altro video, per il brano “Pososì” (“Succhia”), girato in piano sequenza nel cortile di casa sua, e l’8 giugno, un video per il brano “Cadillac”, registrato insieme al popolare rapper russo Eldzhej. Entrambi i brani sono diventati popolari nel segmento in lingua russa di TikTok: il suono di entrambi è stato utilizzato almeno 500 mila volte per registrare vari video.

Persino Shaquille O’Neal ha ballato una delle sue canzoni su TikTok, con suo figlio.

Il pubblico principale di Morgenshtern sono adolescenti dai 12 anni in su. È probabile che a loro piaccia l’atmosfera di permissività e libertà interiore di cui parla il rapper nelle sue tracce e, ovviamente, l’esempio del denaro “facile”.

Lo stesso Morgenshtern spiega il motivo della sua popolarità come segue:

“Non mi vergogno di fare stronzate, mi piace fare stronzate. Mi piace seguire gli impulsi, i desideri. Vado per la mia strada e faccio a meno di pensare se questo mi porterà danno o beneficio. Molti dicono che questa è solo un’immagine di facciata, ma penso che le persone sentano che è tutto reale”.


Cinque ragioni per cui Majakovskij è stata la prima star dell’hip-hop russo 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie