Quindici dipinti russi che raccontano la solitudine e l’isolamento

La solitudine declinata in tutte le sue forme, dall’ozio all’inquietudine, immortalata sulle tele dei grandi maestri russi

Vasilij Tropinin. La merlettaia, 1823

Pavel Fedotov. Colazione di un aristocratico, 1849-1850

Konstantin Flavitskij. La principessa Tarakanova nella fortezza di Pietro e Paolo durante l’inondazione, 1864

Ilya Repin. Nell’izba, 1878

Valentin Serov. La ragazza con le pesche, 1887

Filipp Malyavin. Ritratto di E. M. Martynova, 1897

Ilya Repin. Lev Tolstoj in una stanza ad arco, 1891

Valentin Serov. Ritratto di G. L. Girshman, 1907

Zinaida Serebryakova. Autoritratto alla toilette, 1909

Konstantin Somov. Fanciulla che dorme, 1909

Mikhail Larionov. Il riposo del soldato, 1911

Boris Kustodiev. Venere russa, 1925

Aleksandr Dejneka. Sul balcone, 1931

Tatyana Yablonska. Mattina, 1954

Gely Korzhev. Mattina nebbiosa (Grigia mattina), 2006

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie