Cinque film russi sull’amore da guardare a San Valentino

Oksana Bychkova / Telesto, 2008
Romantici e divertenti, da guardare con il proprio partner, da soli o con gli amici

1 / “Gorko” di Zhora Kryzhovnikov (2013) 

In breve: Uno sguardo diverso e moderno sul matrimonio ideale.

Natasha e Roma si amano e vogliono sposarsi. Sognano un matrimonio moderno, in stile europeo, con una cerimonia in riva al mare al tramonto. Ma i loro genitori hanno tutt’altro in mente. 

Questa commedia pseudo-documentaria svela cosa accade quando due mondi così diversi si incontrano… durante una festa di matrimonio. Il film ripercorre molti stereotipi sulle tradizioni russe legate alle nozze. Si tratta di una divertente commedia popolare, che ha anche un seguito: Gorko 2.

2 / “Pro lyubov” (A proposito di amore) di Anna Melikyan (2015)

In breve: Alla ricerca di una risposta per l’eterna domanda “che cos’è l’amore?”

Si tratta di una raccolta di storie d’amore, girata seguendo lo stile dei social network: l’immagine sullo schermo viene tagliata e ritagliata, come se fosse una Storia di Instagram… e le immagini si sdoppiano come in una chat.

Variegati ed eterogenei i protagonisti del film: da una giovane coppia appassionata di fumetti giapponesi, alla segretaria e al suo capo protagonisti di proposte indecenti. Tutti alla ricerca del vero senso dell’amore. 

Nel 2015 Melikyan ha vinto diversi premi cinematografici nei maggiori festival russi, convincendo la giuria con la sua impresa di trovare delle risposte un tema eterno.

3 / “Pro lyubov - tolko dlya vzroslykh” (A proposito di amore, solo per adulti) di Anna Melikyan, Nigina Saifullaeva e altri (2017)

In breve: Cinque storie dinamiche e provocatorie, che affrontano il tema dell’amore in una grande città.

Mosca, piena estate. Un’insegnante di scuola accetta a malincuore la proposta del marito di andare a una festa di scambisti. 

Un’agente di polizia sogna di trovare l’amore, ma deve combattere contro un trauma interno. Un’adolescente cerca su internet un uomo con esperienza per perdere la verginità, mentre una donna benestante rapisce un famoso attore e cerca di concepire un figlio con lui. 

Cinque storie incredibili ed esilaranti danno vita al sequel del primo film di Melikyan: un film forse meno profondo rispetto al primo, ma altrettanto riuscito.

4 / “Plyus odin” (più uno) di Oksana Bychkova

In breve: Come uscire dalla propria zona di comfort

Masha ha superato i 30 anni, vive da sola, lavora in casa, traduce libri, non parla mai con nessuno, non desidera nulla e ha paura di tutto. Insomma, un topolino in una tana. Ma un bel giorno appare un uomo che le rivoluziona la vita... 

5 / “Lyubov i golubi” (amore e colombe) di Vladimir Menshov (1984)

In breve: Errori, perdono e amore eterno.

Vasilij vive con la moglie e i figli in un villaggio di campagna. Un giorno si ferisce sul lavoro, e viene mandato in un centro per la riabilitazione… dal quale però non tornerà solo...

Questa commedia agrodolce e sentimentale affronta il tema del matrimonio e delle sue complicazioni che riguardano le persone in ogni angolo del mondo: dal primo folle amore, al tradimento e al perdono.

Il film di Vladimir Menshov è un classico del cinema sovietico, molto amato in patria, e le immagini vivide e i dialoghi sono ancora oggi citati dal pubblico.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie