Le icone futuristiche e visionarie di Remnev in mostra a Roma

La donna, la più pura espressione della forza della Natura, è la vera la protagonista delle tele ipnotiche di Andrej Remnev, nelle quali logica e razionalità sconfinano in un realismo magico ispirato all’arte russa più tradizionale... con qualche influenza italiana. Dal 6 febbraio al Centro russo di scienza e cultura

Quadri ipnotici e visionari per riflettere sul rapporto tra anima e natura. È la mostra “The Face of a Natural Force” (Il volto di una forza naturale) del pittore russo Andrej Remnev, professore dell’Istituto statale accademico d’arte di Mosca “Surikov”, allestita dal 6 febbraio 2019 (ore 19) al Centro russo di scienza e cultura di Roma. 

Dodici tele ispirate all’immaginario e alla geometria della pittura russa tradizionale, strumento per approfondire il linguaggio delle icone russe, che vengono reinterpretate da Remnev in chiave contemporanea e si rifanno anche all’arte classica italiana. 

I numerosi viaggi nel Belpaese, infatti, hanno sviluppato nell’artista una firma stilistica molto personale che, seppur legata a schemi tradizionali ben precisi, strizza l’occhio all’estetica passionale dell’Italia e la declina con la sensibilità unica di un’anima russa.

Profondamente influenzato dall’arte dei maestri italiani come Piero Della Francesca e Benozzo Gozzoli, Remnev impreziosisce la sua tecnica con la combinazione di tempera d’uovo e oli, che, in un succedersi di stratificazioni di colore e immagini, arrivano al pubblico come una vera e propria fusione tra la cultura pittorica tradizionale e la figurazione contemporanea. L’originalità di questa tecnica, inconsueta tra le nuove generazioni di pittori, rappresenta il tratto distintivo di Remnev.

Nonostante la logica e la razionalità siano implicite nello stile pittorico dell’artista - sempre volto a una spasmodica ricerca di grazia e bellezza eterna - l’immaginario di Remnev si rivela sull’orlo del realismo magico; caratteristiche le sue immagini femminili, protagoniste di piani prospettici e sensoriali ribaltati, cosparsi di elementi magici che sembrano volare fuori dalle tele. 

Il messaggio proposto da Remnev per questa nuova serie di dipinti dai soggetti mistici non lascia spazio a dubbi nell’esaltare la figura femminile, intesa dall’artista come la più pura espressione della forza della Natura.

L’artista 

Andrej Remnev, uno dei protagonisti dell’arte contemporanea russa, è fortemente influenzato dall’arte tradizionale del suo paese e dalle icone medievali. Al centro delle sue produzioni c’è spesso la Donna. 

Le composizioni di Remnev, che l’artista prende in prestito dal Rinascimento, mettono in primo piano i personaggi, ai quali l’artista conferisce un senso di importanza rispetto ai paesaggi in secondo piano: un lavoro variopinto e profondamente simbolico, con il quale l’artista rivisita una tradizione pittorica senza rinunciare a un approccio contemporaneo.

La mostra, organizzata da Dorothy Circus Gallery, resterà aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 20, fino al 20 febbraio 2020

Per maggiori informazioni, cliccate qui 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie