L’arte sulle punte: il balletto raccontato dai grandi pittori russi

La grazia e l’eleganza delle ballerine ritratte sulle tele dei più grandi artisti del secolo scorso

1/ Valentin Serov. Anna Pavlova nel balletto “La Sylphide”, 1909

Questo quadro del celebre Serov, che ha immortalato la leggendaria ballerina Anna Pavlova, ha fatto il giro del mondo grazie ai manifesti delle “Stagioni russe” di Sergej Diaghilev.

2/ Aleksandr Benois. Schizzi per il balletto “Petrushka”, 1911

Benois era il direttore artistico delle "Stagioni russe" di Diaghilev. Ha scritto il libretto e le sceneggiature e ha realizzato i costumi e le decorazioni per una dozzina di balletti.  

3/ Leon Bakst. Schizzo di un costume per il balletto “L’uccello di fuoco”, 1922

Bakst è stato anche un talentuoso artista teatrale, oltre che decoratore e collega di Benois per le “Stagioni russe”. A proposito, questo schizzo per il balletto di Diaghilev “L’uccello di fuoco” è stato venduto all'asta di Christie's nel 2013 al prezzo di 242.500 dollari.

4/ Konstantin Somov. Balletto russo, 1930 

L'artista Konstantin Somov, emigrato a Parigi, era amico di Diaghilev e lo aiutava con i bozzetti dei costumi, le scenografie e i manifesti teatrali. 

5/ Zinaida Serebrjakova. “La toeletta delle ballerine”, 1922

Serebrjakova amava sbirciare dietro le quinte e svelare i segreti nascosti dell’arte del balletto.

6/ Zinaida Serebrjakova. “Le ragazze della Sylphide”, 1924

Oltre alle ballerine adulte, Serebrjakova ha ritratto anche queste giovani artiste, dalla grazia quasi eterea. 

7/ Aleksandr Gerasimov. “Ritratto della ballerina Olga Lepeshinskaya”, 1939

Il pittore russo Aleksandr Gerasimov ha ritratto i volti più importanti del paese. Fra loro, vi fu anche l’étoile del Teatro Bolshoj Olga Lepeshinskaya. L’artista l’ha ritratta di fronte allo specchio in modo da permettere allo spettatore di ammirarla da diverse angolature. 

8/ Aleksandr Gerasimov. “Ritratto della ballerina Sofia Golovkina”, 1947

L’artista qui ripropone un gioco di specchi. La ballerina è ritratta con un costume di scena, dello spettacolo “La Bayadère”. Dopo la lunga carriera al Bolshoj, Sofia Golovkina si dedicò all’insegnamento e fondò la prima scuola coreografica per ballerini di Mosca

9/ Nadya Rusheva. “Ballerina, solista”, 1968

L’artista Nadya Rusheva era considerata un genio. Morì prematuramente a 17 anni. Ma lasciò in eredità più di 12.000 lavori grafici, tra cui varie illustrazioni classiche. La mano di Nadya più volte si dedicò a ritrarre il balletto. 

10/ Vasilij Bratanyok. “Nella sala prove”, 1980 circa

L'artista moderno Bratanyuk ha dedicato buona parte dei suoi lavori creativi al balletto. In questo dipinto, ha ritratto un raro momento di riposo delle ballerine nella sala prove dell'Accademia russa del Balletto “Vaganova”. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie