L'asta Mondiale del tartufo compie 20 anni e coinvolge anche Mosca

Stefania Spadoni / Archivio Ente Turismo Langhe Monferrato Roero

L’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba compie 20 anni. E festeggia in collegamento internazionale con Mosca, Hong Kong e Singapore. Il grande evento benefico legato al pregiato fungo ipogeo, in programma il 10 novembre al castello Grinzane Cavour (Cuneo), sarà seguito anche dalla Terra dei Cremlini: sulla Piazza Rossa di Mosca lo chef Davide Corso, del Bosco Cafè, organizzerà un pranzo d’eccellenza presso i Magazzini Gum per rendere omaggio proprio al Tartufo Bianco d’Alba, eccellenza delle Langhe-Roero e Monferrato, sito del Piemonte patrimonio dell’umanità.

Grinzane Cavour

Per la prima volta parteciperà all'evento la capitale russa che, insieme alla città-stato di Singapore, contenderà alle altre due sedi, Grinzane Cavour e Hong Kong, il magnifico lotto finale costituito dal più bel Tartufo Bianco d’Alba e dai pregiati Barolo e Barbaresco. Verranno infatti battuti i pezzi migliori del pregiato tartufo, abbinati a Magnum e bottiglie di vini locali. 

La manifestazione ha saputo conciliare nel tempo la promozione delle eccellenze del territorio con la raccolta di fondi da destinare a cause solidali: nelle precedenti edizioni, infatti, si è riusciti a raccogliere l’ingente somma di 4,4 milioni di euro.

L'edizione 2018 dell'Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba ha fruttato complessivamente 393.900 euro, con il lotto finale conquistato da un imprenditore di Hong Kong per 85.000 euro. Le somme raccolte sono state devolute all'Istituto “Mother's Choice” di Hong Kong, alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus e alla famiglia di Alessandra, la bambina di Santa Vittoria d'Alba affetta dalla rarissima mutazione genetica IQSEC2.

Parla di un’edizione “mondiale” Roberto Bodrito, presidente dell'Enoteca Regionale Piemontese Cavour, che sottolinea l’importanza della partecipazione di Mosca e Singapore. “Auspichiamo - ha detto - che l’Asta sia capace di destinare cospicui proventi alle cause individuate e di veicolare ulteriormente nel mondo gli eccellenti tartufi e i vini della nostra terra, insieme all'immagine di Alba, delle colline di Langhe-Roero e Monferrato patrimonio dell’Umanità”.

L’evento moscovita sarà anticipato da una conferenza stampa nella sede dell’Ambasciata di Mosca, alla presenza dell’Ambasciatore Pasquale Terracciano, per presentare le eccellenze enogastronomiche della Regione Piemonte e l’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie