L’Ermitage raccontato al cinema: eccezionale sconto per i nostri lettori

Un docu-film ripercorre la storia del museo più amato e visitato del mondo. Stampate il coupon e assistete alla proiezione nella sala più vicina a voi a un prezzo irripetibile, solo il 21, 22 e 23 ottobre

Più di tre milioni di oggetti d’arte di epoche diverse, 66.842 metri quadri di spazio espositivo, oltre 30 km di percorso di visita e 4,2 milioni di visitatori nel 2018. Sono i numeri di uno dei musei più amati e visitati del mondo: quello dell’Ermitage di San Pietroburgo. 

Ed è proprio a questo luogo straordinario che è dedicato il docu-film “Ermitage. Il Potere dell’Arte”, che verrà proiettato nelle sale italiane il 21, 22 e 23 ottobre 2019. Stampando il coupon da noi offerto, i lettori di Russia Beyond avranno la possibilità unica di usufruire di un eccezionale sconto sulle proiezioni.

Il docu-film

Diretto da Michele Mally e realizzato in collaborazione con l’Ermitage, il documentario racconta in maniera inedita ed emozionante le vicende culturali che hanno portato alla nascita di questo straordinario tempio dell’arte.

A guidarci in questo viaggio, l’attore Toni Servillo: sarà lui, infatti, a far respirare lo spirito di questi luoghi e a presentare le bellezze del museo, recitando brani tratti da poesie e romanzi, narrando le storie che hanno segnato quei luoghi. Immagini spettacolari che condurranno gli spettatori nei grandiosi interni del museo e del Palazzo d'Inverno, nel Teatro, nelle Logge di Raffaello e nella Galleria degli Eroi del 1812. 

La storia 

Era il 1764 quando la zarina Caterina II acquistò a Berlino la collezione da cui sarebbe nato il primo nucleo dell’Ermitage. Da quel momento prese il via l'arricchimento di un patrimonio che già dieci anni dopo vantava oltre 2.000 tele e che sarebbe stato completato da disegni, scultura e capolavori artistici provenienti da ogni parte del mondo. 

L’Ermitage raccoglie infatti la grande arte europea, da Leonardo a Raffaello, da Van Eyck a Rubens, da Tiziano a Rembrandt e Caravaggio. Fuori dall’Ermitage, la storia passa per luoghi ricchi di memoria, come la Fortezza di Pietro e Paolo, il primo edificio costruito a San Pietroburgo, teatro di avvenimenti celebri, come la grazia a Dostoevskij davanti al plotone di esecuzione.

I luoghi della letteratura

Il documentario ripercorre anche i luoghi dove hanno vissuto alcuni dei più grandi scrittori russi, fra i quali Aleksandr Pushkin e Fedor Dostoevskij. Il docu-film mostra infatti la casa-museo in cui è conservato il divano in cui morì l’autore dell’Evgenij Onegin e il Caffè Letterario in cui bevve il suo ultimo caffè. Della vita e dell’opera di Fedor Dostoevskij è ancora testimonianza l’abitazione dalla quale lo scrittore poteva osservare la vita della Neva, ambientazione dei suoi romanzi.

La pellicola permetterà di rivivere l’Assedio di Leningrado e le difficili condizioni in cui si trovavano gli intellettuali delusi dalla Rivoluzione. E il capitolo buio del regime di Stalin sarà evocato a partire dalla cessione di importanti opere dell'Ermitage a collezionisti stranieri: capolavori di Raffaello, Botticelli, Van Eyck, Perugino.

San Pietroburgo è inoltre la culla della grande musica russa. Da Mikhail Glinka a Sergej Prokofev, da Piotr Chaikovskij a Nikolaj Rimskij-Korsakov a Dimitrij Shostakovich: autori che hanno cercato attraverso la musica il suono autentico della Russia. Nel docu-film le loro note sono interpretate dal soprano Anastasiya Snyatovskaya e dal maestro Dmitrij Igorevich Myachin. Infine, le immagini de “Il Lago dei Cigni”, in programma al Teatro dell'Ermitage, ci porteranno alle radici del balletto russo.

Le voci e i volti del docu-film

Dentro e fuori dall’Ermitage, scrigno dell’anima russa, scorre l’identità complessa di San Pietroburgo, città giovanissima eppure da subito protagonista della storia. Ad arricchire il suo ritratto composito e sfaccettato, così come quello del suo museo, c'è Aleksandr Sokurov, che con il film "Arca Russa” ha interpretato l’Ermitage come un luogo sospeso nel mondo e nel tempo, in perenne navigazione sul mare della storia. 

Oltre a lui e al direttore generale del Museo Mikhail Piotrovskij, intervengono nel docu-film lo scrittore Orlando Figes, il direttore dell'Accademia Russa di Belle Arti Semyon Michailovsky, la curatrice del Dipartimento Arte Fiamminga dell'Ermitage Irina Sokolova, lo storico della letteratura Evgenij Anisimov, la curatrice del Dipartimento di Arte Veneta dell'Ermitage Irina Artemieva, lo storico dell'arte Ilia Doronchenkov, il curatore della Library of Congress di Washington Harold Leich e il direttore della National Gallery di Londra Gabriele Finaldi. 

“Ermitage. Il Potere dell’Arte" è una produzione originale 3D Produzioni e Nexo Digital realizzata in collaborazione con Villaggio Globale International e Sky Arte, con il patrocinio di Ermitage Italia e il sostegno di Intesa Sanpaolo. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie