L’Italia ospite d’eccezione alla Fiera internazionale del libro di Mosca

Vitalij Belousov/Sputnik
Alla 32esima edizione della Fiera, che si svolge dal 4 all’8 settembre a VDNKh, parteciperanno anche alcuni importanti nomi dell’editoria italiana. Partner dell’evento, la Bologna Children’s Book Fair, che prevede di avviare prossimamente una nuova fiera internazionale del libro per ragazzi in Russia

Ci sarà anche l’Italia alla 32esima edizione della Fiera internazionale del libro di Mosca (MMKYA), che si svolge dal 4 all’8 settembre 2019 nel 75esimo padiglione di VDNKh. Più di 600 eventi, rivolti a grandi e piccini, a lettori e addetti ai lavori, con case editrici provenienti da 33 paesi: oltre all’Italia, parteciperanno il Belgio, l’Inghilterra, l’Ungheria, il Vietnam, la Germania, la Grecia, l’Ucraina e altri ancora.

“Si tratta del più grande evento di editoria non solo nel territorio dell’Europa Orientale, ma anche in tutta l’Asia Centrale - ha spiegato Andrej Gelmiza, direttore generale della Fiera -. Saranno presenti tutti i generi di letteratura, rivolti a ogni tipo di lettore”.

Partner dell’evento, la Bologna Children’s Book Fair (la Fiera del Libro per ragazzi di Bologna), che prevede di avviare, nel 2021, una nuova fiera internazionale del libro per ragazzi in Russia, frutto della collaborazione tra la Fiera internazionale del libro di Mosca e la Fiera del Libro per ragazzi di Bologna.

I primi passi di questo nuovo e ambizioso progetto saranno mossi proprio nell’ambito della MMKYA, che ospiterà un ricco programma internazionale, fatto di master class, tavole rotonde, conferenze e incontri. L'obiettivo sarà quello di presentare i progressi realizzati negli ultimi anni nel campo dall’editoria per ragazzi, creando al contempo nuove relazioni e rafforzando i legami già esistenti.

Tra i nomi italiani presenti all’appello, Cristiano Guerri, art director della Feltrinelli, Patrizia Zerbi, editore e direttore della casa editrice indipendente Carthusia, con più di 30 anni di storia, Giacomo Benelli della scuola Mimaster, Grazia Gotti dell’Accademia Drosselmeier e Cooperativa Giannino Stoppani, Anna Castagnoli, autrice e illustratrice e altri ancora.

Sotto i riflettori, in particolare, il mondo dell’illustrazione, considerata parte vitale della letteratura per bambini. Una nuova generazione di illustratori, cresciuta all’ombra della tradizione artistica russa, sta infatti ottenendo sempre più visibilità a livello mondiale. E proprio per favorire una maggiore integrazione nel contesto internazionale, la Fiera internazionale del libro di Mosca ospiterà un’edizione speciale dell’Illustrator’s Survival Corner, realizzato in collaborazione con la scuola Mimaster Illustrazione di Milano. Da anni, infatti, l’evento occupa una posizione centrale nella Fiera del Libro per ragazzi di Bologna, ed è considerato uno dei principali progetti educativi nel mondo dell’illustrazione.

Infine, per ampliare il settore della narrativa visiva, una parte del programma della Fiera di Mosca sarà dedicata a fumetti, graphic novel, self-publishing e libri d'artista. Il programma darà spazio a centri educativi, gruppi artistici, case editrici e festival di cultura visiva. La fiera si rivelerà quindi un’importante vetrina per presentare le nuove tendenze creative in questo settore in rapido sviluppo.

Anche se il programma si rivolge principalmente ai professionisti del settore, l’evento sarà aperto sia ai lettori che agli studenti, e a tutti coloro che sognano di entrare nel mondo della scrittura e dell’editoria.

La fiera è organizzata dalla Direzione generale delle Mostre internazionali di libri con il sostegno dell'Agenzia Federale russa per la Stampa e la Comunicazione e del Governo di Mosca. 

 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie