Turismo, l’Italia in vetrina a Mosca con il Grand Italia Fest

Ufficio stampa
I sapori e la cultura del Belpaese al festival organizzato dall’Enit. Appuntamento il 13 e 14 luglio

I sapori, l’arte, la musica e le tradizioni italiane prendono vita il 13 e 14 luglio nel Giardino dell’Ermitage di Mosca (Sad Ermitage) per la terza edizione del Grand Italia Fest: due giorni di festival per concedersi un tuffo nella terra del sole, senza prendere l’aereo.

La manifestazione, organizzata dall’Ente Nazionale Italiano per il Turismo ENIT con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Mosca e il sostegno del Governo di Mosca, si rivolge ai tantissimi appassionati del Belpaese che sognano un viaggio tra gli uliveti della Puglia o le colline della Toscana. “Il turismo russo in Italia è tornato a crescere - ha fatto sapere nella conferenza stampa l’ambasciatore italiano a Mosca Pasquale Terracciano -, e l’Italia nel 2018 si è collocata al terzo posto tra le destinazioni preferite dai russi, dopo Turchia e Tailandia”.

“Il festival - ha aggiunto Sergej Shpilko, presidente dell’Unione dell’industria turistica della Russia - non è solo un appuntamento culturale, ma si presenta come un evento dalla grande potenzialità economica”.

L’anno scorso la manifestazione è infatti stata visitata da circa 75.000 persone ed è rientrata tra i finalisti del prestigioso premio “L’evento dell’anno”, dove si è contesa il titolo di “Miglior festival urbano” con i popolarissimi “Krug Sveta” e “Alye Parusa”. Una vetrina importante per raccontare e promuovere le bellezze e le eccellenze dello Stivale.

Durante i due giorni di festival si terranno master-class di cucina, lezioni di lingua e cultura italiana, sfilate di moda, spettacoli e concerti. Spazio poi ai prodotti tipici, dall’olio alla pasta, accompagnati dai suoni della tarantella e dalle atmosfere della pigiatura dell’uva.

Per maggiori informazioni sull’evento, cliccate qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie