Cinque incredibili progetti di architetti russi nel mondo

Meganom
Da New York alle montagne del Nepal, questi edifici rappresentano il design russo declinato in tutte le sue espressioni, dalla sobria eleganza al kitsch più estremo

1 / Il cuore di Malta di Svetozar Andreev

Una violenta tormenta scoppiata l’8 marzo 2017 ha completamente distrutto la famosa Finestre Azzurra (it-Tieqa Żerqa, in maltese), un arco in pietra sull’isola di Gozo a Malta. L’architetto Svetozar Andreev, in collaborazione con la designer di interni Elena Britanishkaya, si è posto l’obiettivo di ricreare il luogo con materiali moderni. Il risultato è stata la nascita di un nuovo simbolo di Malta, punto di ritrovo per i turisti. 

2 / L’edificio 262 nella Fifth Avenue a New York, di Meganom Bureau

Il grattacielo residenziale della Fifth Avenue, nel cuore di New York, è già in costruzione. Una volta terminato, l’edificio sarà alto più di 300 metri. Il team di costruttori è guidato da Yurij Grigoryan che ha proposto una struttura stretta, con un solo appartamento per piano. Il risultato sarà uno spazio residenziale elegante, con una vista mozzafiato sulla città.

Il progetto è basato inoltre sul risparmio energetico: la facciata sud sarà completamente rivestita da pannelli solari.

3 / Museo del Disegno architettonico di Berlino, di Speech Bureau

Completato nel 2013, il progetto è uno dei più importanti nella storia dell’architettura moderna russa. L’edificio, con una superficie di poco meno di 500 metri quadri, è disegnato per ospitare una collezione di disegni architettonici organizzata dai fondatori dello Speech Bureau, l’architetto Sergej Choban.

La prima acquisizione fu un disegno dello scenografo teatrale del XVIII secolo Pietro di Gottardo Gonzaga, che ha ispirato l’idea artistica per disegnare la facciata. 

4 / Rifugio per alpinisti sulle montagne del Nepal, di GAFA Architects

Questo originale progetto è stato ideato per un concorso nazionale dell’Unesco. Gli architetti hanno immaginato un piccolo centro ricreativo (150 metri quadrati) sull’Himalaya, a un’altitudine 4.600 entri, pensato come fosse la simbiosi di varie immagini: una tenda da camping, una pagoda, una montagna, e addirittura la Luna. Tutto ciò ha dato un’identità unica all’edificio, incastonato tra la natura selvaggia.

Dopo un terremoto devastante, però, il progetto è stato rivisto e attualmente è utilizzato come base per le comunicazioni dei satelliti.

5 / Grattacielo “Cobra” a Shangai, di Vasily Klyukin

Vasily Klyukin, ex banchiere russo oggi residente a Monaco, vanta un portfolio davvero creativo. E la carriera di architetto autodidatta è solo uno dei tanti tratti sorprendenti che caratterizzano questo professionista. I suoi progetti kitsch hanno visto la luce in varie città del mondo.

Questo grattacielo, ad esempio, a forma di cobra, è stato realizzato nel contesto di una cultura asiatica dove serpenti e dragoni sono venerati come guardiani di importanti tesori e simboli di immortalità e saggezza.

Il corpo del cobra ospita uffici e appartamenti, mentre la mandibola racchiude la terrazza di un ristorante e una discoteca. L’illuminazione brillante e dinamica è d’obbligo, visto che i serpenti cambiano spesso la pelle.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie