Sette star russe dimagrite e ingrassate per un film: le foto prima e dopo la dieta

Il peso del successo spesso ricade sulla bilancia. Per interpretare alcuni ruoli, questi attori hanno dovuto seguire un’alimentazione rigida e stressanti sedute in palestra. Ecco le metamorfosi più eclatanti

Sasha Bortich

La sfida di Sasha per interpretare la commedia “Sono a dieta” (2018) si è giocata con l’ago della bilancia. Per ottenere l’ambita parte, l’attrice è stata costretta a perdere quasi 20 kg: un cambiamento che l’ha resa pressoché irriconoscibile.

Ma la vera difficoltà si è presentata al termine delle riprese, quando l’attrice ha deciso di tornare al proprio peso forma.

Tra sport, dieta e limitazioni di vario genere, Sasha ricorda quel periodo come uno dei momenti più difficili della propria carriera.

Sergej Bezrukov

Dando un’occhiata alla sua filmografia, è difficile trovare un ruolo che Bezrukov non abbia ancora interpretato: davanti alla cinepresa Bezrukov è stato Pushkin, Esenin, Vysotsky, Gesù Cristo (nel film “Il Maestro e Margherita”).

Ma negli anni Novanta l’attore è stato profondamente associato al ruolo del malvivente Sasha Belov, personaggio della serie “Brigada” che raccontava la malavita degli anni Novanta. Per interpretare questa parte, l’attore ha dovuto assumere un aspetto grassottello e robusto.

Nel tentativo di porre fine a questa eterna associazione tra lui e Belov, Bezrukov si è sottoposto a una dieta di 15 kg che gli ha permesso successivamente di ottenere la parte di un poliziotto di paese in un altro film. 

Anastasia Denisova

L’attrice è conosciuta dal grande pubblico per il suo ruolo nella serie “Deffchonki” dedicata a un gruppo di amiche che da Saratov si “lanciano alla conquista” della capitale. Denisova interpretava la parte di un’intelligente donna d’affari, che di notte non riesce a staccarsi dal frigorifero.

Per interpretare questa parte l’attrice ha dovuto “regalarsi” 10 kg di morbide curve, persi rapidamente al termine delle riprese.

Polina Grenz

Nella famosa serie tv “Fizruk”, Polina ha interpretato il ruolo di una studentessa ingenua, figlia di un importante uomo d’affari che ha fatto fortuna con metodi tutt’altro che leciti.

Per il suo debutto nel mondo del cinema, Polina ha dovuto ingrassare di 10 kg. Per tornare in forma al termine delle riprese, l’attrice si è sottoposta a una rigida dieta per un mese.

Yulia Snigir

Per interpretare il ruolo della “curvy” imperatrice Caterina II, l’attrice ha dovuto non solo ingrassare di 13 kg, ma anche immergersi in lunghe letture dedicate all’atmosfera e alle buone maniere in voga nel XVIII secolo.

A Yulia sono bastati pochi giorni e un po’ di sport per tornare in splendida forma al termine delle riprese. 

Svetlana Khodchenkova

Oggi l’immagine di questa attrice è prevalentemente associata a una figura alta e snella, con il rossetto rosso sempre stampato in volto: questi infatti erano i personaggi più volte interpretati da Khodchenkova.

Ma per le riprese del primo film che l’ha consacrata al pubblico, l’attrice ha dovuto far spostare l’ago della bilancia più su di 20 kg. 

Natalia Andrejchenko

Per il ruolo di Mary Poppins, il regista Leonid Kvinikhidze ha preso in considerazione diverse attrici. Ma la ricerca è stata lunga e difficile.

Quando gli hanno suggerito Natalia Andrejchenko, il rifiuto è stato quasi immediato: nel film “Sibiriada” di qualche anno prima, Andreichenko interpretava la parte di una florida e robusta donna russa.

Quando al regista chiesero che cosa cercasse, lui rispose: “Una lady perfetta”. Poche settimane più tardi l’attrice Natalia Andreichenko si è presentata al provino con 15 kg in meno. Ottenendo il ruolo principale.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie