Moglia, il fotografo della natura espone a Mosca

Ufficio stampa
In mostra al Museo Darvin, dal 29 gennaio al 24 marzo, una selezione di 50 suggestivi scatti di anfibi e rettili d’Europa

Gli scatti del grande fotografo naturalista Fabrizio Moglia arrivano per la prima volta in Russia. Dal 29 gennaio al 24 marzo 2019 il Museo Statale Darvin di Mosca (ul. Vavilova, 57), in collaborazione con l’Istituto italiano di Cultura, espone i lavori dell’artista, realizzati durante alcune sue spedizioni nella parte occidentale dell’Eurasia. 

In due anni di viaggi, Moglia ha creato un’ampia collezione di fotoritratti di anfibi e rettili d’Europa: scatti altamente suggestivi, che sembrano animarsi da un momento all’altro. Tutte le foto sono state realizzate negli habitat naturali di Spagna, Svizzera, Francia, Croazia, Italia, Grecia e Gran Bretagna. Il Museo Darvin esporrà al pubblico russo una selezione di 50 immagini, raccolte sotto il titolo di “Era European reptiles amphibians”.

Appassionato di natura fin da piccolo, Moglia (Torino, classe 1963) si avvicina alla fotografia all’età di 14 anni. In compagnia della sua macchina fotografica ha girato il mondo, dalla Russia alla Tanzania, dal Canada alla Spagna, per studiare e immortalare il mondo animale da vicino. 

Due volte campione del mondo nel concorso internazionale Hipa per fotografia di natura e animali, Moglia collabora con riviste come National Geographic, Focus Wild, The Guardian, The Times e altre pubblicazioni internazionali di settore. 

Per maggiori informazioni, cliccare qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie