Lo stile senza tempo di Fabergé tra uova preziose e attrezzi del mestiere

Tabacchiera, San Pietroburgo, 1898. Oro e diamanti

Museo Fabergé di Baden-Baden/Ufficio stampa
Una grande mostra al Museo “La Nuova Gerusalemme” di Istra, nella Regione di Mosca, celebra i capolavori del gioielliere russo. Fino al 24 marzo

Posacenere in argento a forma di delfino, fine XIX-inizio XX secolo

Oltre 400 opere, molte delle quali mai esposte al pubblico, saranno presentate nella mostra “Lo stile di Fabergé. Eccellenza senza tempo”, dal 15 dicembre al 24 marzo al Museo e Centro espositivo “La Nuova Gerusalemme” a Istra, nella Regione di Mosca. 

Tiara dell'imperatrice. Oro e diamanti. San Pietroburgo, 1889

L’evento riunisce capolavori provenienti da musei russi e stranieri, tra cui il Museo Fabergé di Baden-Baden (Germania) e il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo.

Portasigarette in argento. Laboratorio Rückert, Mosca, 1889-1908. Museo Fabergé, Baden-Baden

“Si tratta di un progetto ambizioso il cui obiettivo non è solo quello di presentare al pubblico opere inedite, ma anche di raccontare la storia della Casa Fabergé - ha spiegato il curatore della mostra, fondatore del Museo Nazionale di Russia e del Museo Fabergé a Baden-Baden, Aleksandr Ivanov -. Esporremo infatti vari documenti che narrano le fasi più importanti della storia di questo famoso brand”.

Set di brocche a forma di lepri e conigli, Mosca, 1894. Museo Fabergé, Baden-Baden
Servizio per la vodka composto da 25 pezzi in argento e cristallo, Mosca, 1895. Museo Fabergé, Baden-Baden

Utensili di cristallo, articoli da regalo, oggetti per l’arredo, ma anche lavorazioni di pietre preziose realizzate dalla ditta Fabergé durante la Prima guerra mondiale.

Kovsh (recipiente tradizionale russo) in argento con il simbolo dell'aquila imperiale. San Pietroburgo, 1899-1904. Museo Fabergé, Baden-Baden
Spilla in argento con diamanti e zaffiri. San Pietroburgo, 1904-1908. Museo Fabergé, Baden-Baden
Spilla in oro. San Pietroburgo, 1899-1904. Museo Fabergé, Baden-Baden
Bracciale in oro, argento, zaffiri, perle e diamanti dell'imperatrice Aleksandra Feodorovna. San Pietroburgo, 1898. Museo Fabergé, Baden-Baden

Un’intera sezione sarà dedicata agli oggetti imperiali, come le famose uova di Pasqua realizzate per gli zar. Tra i capolavori esposti, anche l’Uovo imperiale di Pasqua realizzato con betulla della Carelia (1917): l'ultimo uovo di pasqua prodotto e donato alla famiglia imperiale dalla ditta Fabergé. In mostra anche l’Uovo imperiale di Pasqua “La costellazione dello zarevich Aleksej” (1917), donato all'imperatrice Aleksandra Fedorovna per la Pasqua del 1917, e la spilla “Farfalla” (1896), donata dall'imperatore Nicola II all’attrice M. Ermolova.

Uovo Fabergé, 1904
Uovo Fabergé, 1904
Uovo Fabergé, 1904
Uovo Fabergé, 1904

Per l’occasione è stato inoltre ricreato lo studio di Carl Fabergé con gli attrezzi del mestiere e sarà possibile ammirare la scrivania del gioielliere e i bozzetti originali.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie