Mosca ritratta nei colori della nostalgia sulle tele di Kubarev

Philipp Kubarev
Il pittore russo ci riporta a un passato non lontano, fatto di silenzi e luci soffuse

Il pittore Philipp Kubarev ritrae la vita in Russia in modo toccante e nostalgico, dando nuove tinte e colori alla sua città natale, Mosca, dove ha trascorso la propria infanzia.

Kubarev nei suoi dipinti ritrae piccoli angoli di Mosca, intimi e perlopiù sconosciuti, a lui molto cari.

I suoi dipinti svelano un volto particolarmente intimo della capitale russa, composto da piccole chiese, luci soffuse e viali silenziosi.

Una parte del lavoro dell’artista è dedicata alla tradizione ortodossa. Il tratto delicato dei suoi pennelli dà forma a icone, mosaici e sacerdoti durante le funzioni religiose.

Kubarev non rinuncia comunque alle piccole gioie della vita, che rientrano anch’esse tra i soggetti delle sue tele. Ecco allora tavole imbandite e piatti della tradizione russa, rappresentanti in maniera invitante.

La luce e le tonalità scelte dal pittore sembrano riemergere direttamente dai suoi ricordi d’infanzia, suscitando in chi guarda sensazioni nostalgiche di un quieto passato.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie