Dimenticate le matrioshke! Dalla Russia arrivano le bambole iperrealistiche delle sorelle Popovy

Ufficio stampa
Questi bambolotti da collezione hanno già attirato l’attenzione di grandi stilisti come Jean Paul Gaultier

Queste bambole iperrealistiche non sono esattamente l’idea di matrioshka che forse avete in testa. Alte 40 cm, sono realizzate in resina poliuretanica, plastico o porcellana, e hanno proporzioni anatomiche perfette, oltre a capi di abbigliamento esclusivamente “haute couture”.

Le “madri” di queste bambole sono Ekaterina ed Elena Popovy, due sorelle gemelle originarie di Perm, che oggi vivono a San Pietroburgo. Ekaterina ed Elena realizzano bambole dal 2004. I loro primi modelli prendevano ispirazione dai loro idoli del momento, come Marilyn Manson, Dita von Teese, Madonna e John Galliano.
La realizzazione di un sogno
Il loro brand “Sisters” è stato fondato nel 2002 e oggi le due ragazze collaborano con alcuni dei più grandi stilisti e artististi internazionali. Oggi Ekaterina ed Elena stanno lavorando all’allestimento di un grande spettacolo, realizzato in collaborazione con il celebre stilista Michael Costello.

Nel 2017 Jean Paul Gaultier si è dimostrato molto interessato a queste bambole e così le due artiste hanno deciso di realizzare alcuni modelli esclusivamente per lo stilista francese.

“Per una di queste bambole, Jean Paul Gaultier ci ha chiesto di creare dei dettagli dorati nei polsi e di realizzare delle unghie color oro – spiegano le due giovani -. Per un’altra bambola invece ha chiesto un tatuaggio su buona parte del corpo. Ci ha detto che gli piace lo stile dei nostri tatuaggi”.

Lo stile
Ognuna di queste collezioni riflette un differente stile e un interessante sapore etnico. “La nostra principale ispirazione è la natura, perché proprio la natura è un progettista insuperabile!”, raccontano le ragazze.

In una delle loro collezioni più recenti, chiamata “Sakura”, le due giovani si sono cimentate con una serie di bambole orientali. Il grafico giapponese Tokato Yamomoto ha permesso alle due sorelle di utilizzare alcuni frammenti dei suoi disegni per i dettagli e alcuni tatuaggi delle bambole.

Nel 2018, in collaborazione con l’artista olandese Ingrid Baars, le due artiste hanno realizzato un’edizione limitata chiamata POP e ispirata alle maschere africane.

Al passo con le ultime tendenze della moda
Nonostante le due giovani non seguando con grande frequenza le ultime novità del settore moda, Ekaterina ed Elena hanno notato che le loro creazioni riflettono perfettamente le ultime tendenze.

Per la presentazione del loro secondo prototipo di bambola hanno realizzato diverse parrucche con trecce multiple che si intrecciano sul corpo.
Quasi nello stesso periodo la cantante britannica FKA Twigs ha utilizzato questo stesso stile per la realizzazione di un video clip.

“Scopriamo di essere naturalmente in linea con le tendenze mondiali – raccontano -, e siamo davvero contente visto che il nostro principale lavoro è il fashion design e le bambole risultano così i nostri modelli in miniatura”. Le due giovani spiegano questo loro successo dicendo che probabilmente hanno “una forte intuizione creativa”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie