Dalla poesia al cinema: quel Mayakovskij attore che non avete mai visto

Foto d'archivio
A 120 anni dalla nascita del grande genio, ripercorriamo un lato della sua carriera artistica poco conosciuto: quello del cinema

Sguardo intelligente, labbra carnose, fisico statuario impreziosito da una folta chioma di capelli. Vladimir Mayakovskij non era solo un brillante poeta. Fu anche un gran rubacuori. Nato nel 1893, aderì con trasporto alla Rivoluzione bolscevica, alla quale dedicò numerose poesie.

Uomo dai grandi talenti, oltre a definire l’arte poetica russa della prima metà del Novecento, egli riuscì a creare anche interessanti lavori nel campo della pittura e della recitazione. Scrisse sceneggiature e recitò davanti alla cinepresa.

“Per voi il cinema è un semplice spettacolo. Per me, è quasi una visione del mondo”, era solito dire, sottolineando la sua devozione per le arti visive.
Durante il suo viaggio attraverso il cinema, eglì percorse varie strade: scrisse 18 sceneggiature per film muti e prese parte alle riprese di molte di queste pellicole. Recitò in tre film. Una pratica che abbandonò perché non si piaceva come appariva sul grande schermo, nonostante il suo aspetto si distinguesse da quello degli attori dell’epoca.

I ruoli che Mayakovskij interpretava erano molto simili agli eroi lirici delle sue poesie e incarnavano il carattere coraggioso e talvolta vulnerabile dell’artista.

Il suo esordio davanti alla cinepresa avvenne nel 1914, con una piccola interpretazione nel film “Drama”. Il film purtroppo è andato perso, ma secondo i critici dell’epoca la pellicola aveva una trama strana e complessa. Il poeta appariva nella scena finale, interpretando l’angelo della morte. Di questo lavoro è arrivata fino ai giorni nostri solamente un’immagine:

I tre film che hanno come protagonista Mayakovskij sono stati girati nel 1918. Il primo è “Not Born for Money”, ispirato al libro “Martin Eden” di Jack London. Purtroppo non è arrivata a noi nemmeno una singola copia del film.

Sono state conservate solamente alcune parti del suo secondo film; una di queste mostra il personaggio di Mayakovskij che conosce un ballerino.

Il film “The Lady and the Hooligan”, dove Mayakovskij recita, ebbe abbastanza successo. È sopravvissuto al tempo in forma integrale, comprese le scene tagliate dopo la Rivoluzione.

“The Lady and the Hooligan” ottenne per diversi anni buoni incassi. Ed è l’unico film che fu diretto interamente da Mayakovskij.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie