Dieci poster di film stranieri ridisegnati (benissimo) per il pubblico sovietico

2 Stenberg 2
Furono tutti realizzati negli anni Venti da due fratelli russi che si firmavano “2 Stenberg 2” e che avevano un tocco avanguardista che anticipò l’arte di Andy Warhol

I maestri della scenografia e dei manifesti cinematografici, i fratelli Stenberg, nel 1923 divennero i principali artisti della “Sovkino”, la compagnia cinematografica statale sovietica da poco creata. In meno di dieci anni disegnarono più di 300 manifesti di film, tra cui quelli per alcune opere straniere. Tutti in uno stile avanguardista immediatamente riconoscibile, che Andy Warhol avrebbe reso una tendenza mondiale circa cinquant’anni anni dopo.

I fratelli, che firmavano i loro lavori “2 Stenberg 2”, aggiungevano nuove interpretazioni ai poster originali per renderli più interessanti per gli spettatori sovietici.

Guardate questi 10 poster degli Stenberg affiancati agli originali:

1. Der Mann ohne Nerven (L’uomo senza nervi), Germania, 1924

2. Sonny boy, Usa, 1929

3. Little Lord Fauntleroy, Usa, 1921

4. Come vinsi la guerra (titolo originale: The general), Usa, 1926

5. Crooked Straight, Usa, 1919

6. La donna di Parigi (titolo originale: A Woman of Paris), Usa, 1923

7. L’idolo del villaggio (titolo originale: A Small Town Idol), Usa, 1921

8. Berlino - Sinfonia di una grande città (titolo originale: Berlin - Die Sinfonie der Großstadt), Germania, 1927

9. The Battling Orioles, Usa, 1924

10. Moulin Rouge, Regno Unito, 1928


Qui potete trovare un altro esempio di come gli artisti russi reinterpretano la realtà: ecco a voi Roerich, il pittore che amava l’Himalaya 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie