Lo spazio e la guerra fredda al cinema, ecco i film dove i russi non sono dipinti come "cattivi"

Pixabay
In molti film di Hollywood i personaggi russi rappresentano spesso figure negative. Ma non nel caso di queste pellicole

Feodor Orloff in “12 to the Moon” (1960)

In questo film di fantascienza un gruppo internazionale di cosmonauti esegue il primo sbarco con equipaggio sulla Luna. Lì scoprono una civiltà mistica di esseri lunari. Uno dei membri dell’equipaggio è un cosmonauta sovietico chiamato Dr. Feodor Orloff, interpretato da Tom Conway. Sorprendentemente è un personaggio russo “buono”, creato nel periodo della guerra fredda. Quando l’astronauta francese Etienne Martel cerca di distruggere gli Stati Uniti con un’arma segreta, Orloff non solo si rifiuta di collaborare, ma lo combatte attivamente.
L’equipaggio della capsula spaziale sovietica in “Agente 007 - Si vive solo due volte” (1967)

James Bond viene mandato in Giappone dopo che gli equipaggi di Usa e Urss scompaiono in orbita. Le nazioni si incolpano a vicenda sullo sfondo della guerra fredda. Ben presto ci si rende conto che è Blofeld, il capo di SPECTRE, il responsabile. La misteriosa organizzazione sta lavorando per un misterioso potere asiatico nel tentativo di causare tensioni tra Washington e Mosca.
L’equipaggio sovietico Leonov in “2010” (1984)

Una spedizione congiunta sovietico-americana si dirige verso Giove a bordo della navicella sovietica Leonov per scoprire cosa è successo alla sonda spaziale Discovery. La missione trova Discovery fluttuare nello spazio. Nel frattempo crescono le tensioni tra Usa e Urss e agli astronauti viene ordinato di lasciare Leonov e interrompere le comunicazioni con i sovietici. Ma gli equipaggi si rendono conto che si possono salvare solamente cooperando.
Lev Andropov in “Armageddon” (1998)

Il cosmonauta russo Lev Andropov, interpretato dall’attore svedese Peter Stormare, viene rappresentato con molti stereotipi: sempre ubriaco e con un colbacco in testa. Ma le sue azioni decisive alla fine del film consentiranno di salvare l’equipaggio.
Mikhail Tulchinsky in “Deep Impact” (1998)

Mikhail Tulchinsky, interpretato dall’attore russo Aleksandr Baluyev, fa parte dell’equipaggio russo-americano della navicella Messia, inviato per distruggere una cometa che minaccia la Terra. Nell’impresa, Tulchinsky muore insieme agli altri membri dell’equipaggio ma il suo sacrificio salverà l’umanità.
Andrej Blok e Katya Petrovna in “Europa Report” (2013)

La prima missione con equipaggio è stata lanciata su Europa, una delle quattro lune di Giove. Ma il loro viaggio si trasforma in un incubo. Il cosmonauta russo Andrej Blok è interpretato dall’attore svedese Michael Nyqvist mentre la cosmonauta Katya Petrovna è interpretata dall’attrice polacco-americana Karolina Wydra.
Ekaterina Golovkina in “Life” (2017)

Ekaterina Golovkina, interpretata dall’attrice russa-bielorussa Olga Dihovichnaya, è responsabile dell’equipaggio della ISS, che cattura la sonda spaziale Pilgrim 7 senza equipaggio. Ma non sanno che un organismo monocellulare trovato al suo interno rischia di uccidere tutti.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie