La street art di Mosca più folle che c’è, e dove trovarla

Uno dei graffiti dell’artista australiano Fintan Magee a Mosca

Uno dei graffiti dell’artista australiano Fintan Magee a Mosca

Anton Belitskiy
L’arte di strada nella capitale russa è sfacciata, dà nell’occhio, soprattutto in una città che fa di tutto per cancellare ogni tipo di espressione fantasiosa dai propri muri. Fatevi un giro!

Mosca è ben conosciuta per la sua scarsa tolleranza nei confronti dei graffiti. Visto che la nozione di pianificazione estetica urbana sembra quasi un concetto alieno alla capitale, ha sempre fatto il massimo per far sparire ogni tipo di creatività indesiderata. Vi portiamo in giro per la città per vedere alcuni graffiti bellissimi che sono riusciti a sopravvivere alle “purghe”.

  1. Fintan Magee Messaggio

Creato come parte del festival di arti grafiche della “Città più bella della Terra”, che mostra le opere di alcuni dei migliori artisti di strada del mondo, questo lavoro dell’artista australiano Fintan Magee è abbastanza malinconico e molto realistico. Mostra una ragazza che manda un messaggio in una bottiglia. Lo si può vedere di sfuggita dall’area della stazione di Trubnaja, in via Rozhdestvenka 23/5, secondo edificio.

  1. Vostok Senza titolo

Anche questo graffito di Vostok era stato fatto in occasione del festival “Città più bella del mondo”. C’è qualcosa di enigmatico e triste nel fatto che alcune delle più belle opere di street art della città siano nascoste dietro ai bidoni della spazzatura, nei giardini e nelle strade senza uscita di Mosca. Tutto ciò che una persona deve fare per vederli è entrare in una via, da qualche parte (in questo caso una delle più centrali, Tverskaja al numero 8) vicino alle stazioni Tverskaja/Chekhovskaja/Pushkinskaja.

  1. Artisti vari Il graffito della Flacon Design Factor

Se si parla di cose astratte ed eclettiche, un posto su cui si può sempre contare è la Flacon Design Factory. Questo luogo ospita diversi esempi di arte murale che si integrano senza problemi nella sua estetica brutalista da fabbrica. A volte sottintendono una critica sociale, altre volte invece sono del tutto causali. L’ultimo esempio, prima che venisse rimosso, richiese il contributo di 150 lattine di vernice. Sospettiamo che una quantità simile sia stata utilizzata per questo enorme murale che ritrae decine di smartphone che fanno fotografie.

  1. Vova Kupalov (Nootk) Il murale in stile borghese

Vincitore del gran premio del Festival di Street Art di Mosca, Vova Gupalov è un artista di enorme talento. Nella sua follia, ha ricoperto l’intero muro di Astrakhanskij Pereulok, numero 8, in meno di cinque giorni con turni di sette ore. Sono state usate circa 200 lattine di vernice spray. L’edificio venne scelto dallo stesso Vova e l’opera ritrae, in modo satirico, i vari abitanti che, nella sua immaginazione, vi hanno vissuto nel corso degli anni. Oltre 20 opere hanno partecipato al festival nell’edizione del 2012

  1. Arista sconosciuto La ragazza di Dalì alla finestra

Purtroppo non conosciamo la vera identità di questo artista, ma una cosa è certa: ha/hanno un grande talento sia per la grafica che per l’umorismo. A differenza della celebre “Ragazza alla finestra” di Salvador Dalì, questa versione mostra una ragazza che indossa sneaker e ha accanto uno stereo. Per tutte le altre cose, è una copia identica. Questo graffito si può vedere appena sopra una cabina elettrica, nel Vicolo Staropimenovskij, al numero 14/4, nelle vicinanze della stazione Majakovskaja.

  1. Winzavod

La natura diversa, astratta e spesso satirica dei disegni di Winzavod dovrebbe essere sufficiente per attirare chiunque cerchi un po’ di ispirazione. Questa casa dell’arte moderna, che ha al suo interno spazi creativi, negozi e aule che ospitano performance, è un posto abbastanza carino per una passeggiata nei giorni di calma. Ma durante le serate degli spettacoli, sprizza di vita e diventa meta di tutta la gioventù che mostra un minimo di talento per l’arte e un po’ di voglia di esprimersi. Scegliamo solo un pezzo del graffito, per la nostra sesta posizione. Ma il luogo è pieno di arte, per cui andate a darci un’occhiata subito!

  1. Artisti russi e olandesi Appartamenti dellepoca Khruschev alla stazione Babushkinskaja

Nel 2007 un’alleanza di artisti russi e olandesi venne invitata a decorare 13 palazzi in via Izumrudnaja, nella zona della stazione Babushkinskaja. Ora, dal momento che tutti sappiamo che vivere in una  Khruschevka è il modo migliore per finire in depressione, il graffito murale è un’aggiunta benvenuta al paesaggio della terribile area della Babushkinskaja. Tutto il micro-distretto ora sembra una galleria d’arte moderna piena di vita. Almeno le persone non si perdono per strada quando le invitate a raggiungervi lì per bere qualcosa.

  1. Andrej Adno Il solitario edificio a 13 piani alla Bibirevskaja, numero 19

Questa creazione di Andrej Adno, nato a Kaliningrad, è intitolata semplicemente “Domiki” (cioè, “casette”) ed è proprio quello che dice. Un gruppetto di case diverse, che comprende un’isbushka e vari palazzi appollaiati sulla cima. Si trova nel quartiere, piuttosto distante, di Bibirevo e simbolizza il processo che affronta chi arriva in città dalla provincia, e arriva fino alla cima. Tutto prima di sognare, di nuovo, una semplice capanna nei boschi. Andrej è un designer professionista e proprietario dell’Art Family Group. È anche un avido autore di graffiti e i suoi lavori si possono vedere a New York e a San Francisco, oltre che in Russia.

 

Volete diventare esperti di arte russa? Sapreste riconoscere a prima vista di chi sono questi quadri?

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond