Come scrivere bene: i segreti svelati da Tolstoj e Dostoevskij

Getty Images
Non aspettate l’ispirazione e siate originali! Parola dei grandi scrittori russi, che di letteratura e romanzi se ne intendevano... Abbiamo raccolto per voi i loro suggerimenti

Siate brevi 

Così come disse Anton Chekhov, “l’arte di scrivere è l’arte del tagliare”.

Potrebbe risultare molto difficile e altrettando doloroso. Ma è questo il modo per rendere la propria storia interessante. Uno scrittore dovrebbe sviluppare la capacità di cancellare e riscrivere e, idealmente, imparare l’arte di scrivere in modo conciso fin dall’inizio. Lo stesso Fyodor Dostoevskij aveva sottolineato quanto questo sia importante: “La più grande abilità di uno scrittore è saper depennare. Tutti i grandi scrittori scrivevano in modo particolarmente conciso. E, ancor più importante, non ripetete ciò che è già stato detto o ciò che è noto a tutti”. 

Non aspettate l’ispirazione 

È un errore pensare che bisogna aspettare l’ispirazione prima di iniziare a scrivere. Potreste aspettare l’intera vita prima di prendere in mano la penna. Così come disse uno dei più noti e produttivi drammaturghi russi, Nikolaj Ostrovskij: “È opinione diffusa che lo scrittore e il poeta possano lavorare solo nei momenti di ispirazione. È forse questa la ragione per cui gli scrittori aspettano anni la loro ispirazione e non ottengono niente? Di una cosa sono sicuro: l’ispirazione arriva solo con il duro lavoro”.

Pensate allora a questo processo (ispirazione, creatività, scrittura) in modo diverso: ad esempio se iniziate un lavoro e siete persistenti, anche se non percepite alcuna ispirazione in particolare, l’ispirazione e la creatività nasceranno come conseguenza del vostro duro lavoro.

Dostoevskij ad esempio era convinto che la creatività fosse una caratteristica naturale, intrinseca in ogni persona. Bisogna solamente riuscire a tirarla fuori per sentirsi creativi.

“La creatività è una proprietà organica della natura umana – diceva -. È un accessorio necessario allo spirito umano. Ed è così inseparabile dall’essere umano che fa parte dell’essere umano stesso”.

Siate semplici e comprensibili 

Solo quando i vostri lettori si renderanno conto che state scrivendo qualcosa vicino a loro, lo capiranno ed entreranno in empatia con voi e leggeranno il vostro scritto fino alla fine. Come disse una volta Lev Tolstoj, “i grandi capolavori dell’arte sono eccezionali solo perché sono accessibili e comprensibili a tutti”.

Allora provate a scrivere qualcosa che conoscete davvero bene e in una maniera che risulti semplice e accessibile a tutti. 

Siate originali

Molti giovani scrittori iniziano la propria carriera imitando i propri idoli letterari. Ma ciò non porta a nulla. Non si può pretendere di utilizzare lo stile di un altro scrittore e raggiungere il successo. È importante sviluppare un proprio stile personale. 

Così come diceva un romanziere del XX secolo, Ilya Goncharov, “non si può semplicemente imparare a essere creativi. Ogni creativo utilizza i propri metodi”. 

Quindi siate creativi... ma a modo vostro!

Siate consapevoli della ricchezza della vostra lingua 

Avere un’eccellente padronanza della propria lingua è un must per ogni scrittore. La lingua è l’unico strumento che avete per rivolgervi al vostro pubblico ed è importante perfezionarla. 

Così come disse Maksim Gorkij: “Se non sai come impugnare un’ascia in mano, non potrai mai tagliare un albero. Allo stesso modo, se non hai la giusta padronanza della tua lingua, non riuscirai a scrivere”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie