Da Parigi a New York, 8 capolavori russi esposti nei più grandi musei del mondo

Non bisogna per forza andare a Mosca per ammirare i quadri di Chagall e Malevich: ecco dove sono custoditi all’estero i lavori di alcuni dei più geniali pittori russi

1. Marc Chagall – “Io e il mio paese”, 1911, Museo di Arte Moderna, New York

Nato a Vitebsk (allora appartenente all’Impero russo, oggi Bielorussia) e poi naturalizzato francese, Chagall – tra i più grandi artisti esponenti delle avanguardie – nei suoi quadri ha sempre rivolto l’attenzione al suo villaggio di origine. Un omaggio che suggerisce interessanti riflessioni sulla Russia di allora.

2. Kazimir Malevich - “Composizione suprematista: bianco su bianco”, 1918, Museo di Arte Moderna, New York

Malevich è stato uno dei primi artisti a staccarsi dal realismo. Avvicinandosi alla purezza delle forme, diede vita alla corrente del suprematismo. Il suo quadro più famoso, “Il quadrato nero”, è esposto nella Galleria Tretyakov di Mosca.

3. Wassily Kandinsky – “Improvvisazione N. 27: Il giardino dell'amore”, 1912, Metropolitan Museum of Art, New York

Maestro della pittura astratta, Kandinsky ha dato vita a un nuovo linguaggio visivo. Le sue opere sono esposte nei più grandi musei del mondo. Insieme ad altri artisti russi emigrati ed espressionisti tedeschi, Kandinsky fondò il gruppo artistico “Blue rider”.

4. Dmitry Levitsky – “Ritratto di Caterina la Grande”, 1788, Hillwood Museum & Gardens, Washington

Questo artista del XVIII secolo ha lasciato in eredità al mondo una serie di stupefacenti ritratti di nobili donne a lui contemporanee. Questo è uno dei più celebri ritratti dell’imperatrice Caterina. La corona imperiale e il busto di Pietro il Grande al suo fianco dimostrano quanto fosse forte il desiderio di Caterina di essere una degna erede al trono.

5. Natalia Goncharova – “Giardinaggio”, 1908, Tate Modern, Londra

Natalia Goncharova e il marito Mikhail Larionov sono stati dei veri e propri pionieri della pittura russa d’avanguardia. Lavorarono anche alle Stagioni Russe di Diaghilev a Parigi. I suoi dipinti sono esposti oggi nelle più grandi gallerie del mondo.

6. Vladimir Borovikovsky – “Elena e Aleksandra Kourakine”, 1802, Museo del Louvre, Parigi

Al Louvre troverete esposti i capolavori di Chagall e Kandinsky. Ma anche questo meraviglioso ritratto, esposto nel museo parigino, merita di essere visto. Borovikovsky era un grande ritrattista e raffigurò anche l’imperatore Paolo I. Le sue immagini più famose sono però ritratti femminili.

7. Erik Bulatov – “Gloria del PCUS”, 2003-2005, Centro Pompidou, Parigi

Bulatov è uno dei seguaci della Sots Art e le sue mostre personali si tengono spesso nelle pricipali gallerie del mondo. Questo dipinto trae spunto dal celebre motto popolare sovietico “Gloria al partito comunista”.

8. Olga Rozanova – “Paesaggio urbano. Tetti”, 1912, Stedelijk Museum, Amsterdam

La pittrice di arte astratta Olga Rozanova è stata una grande seguace di Malevich. Proprio come l’autore de “Il Quadrato nero”, anche lei credeva profondamente nella superiorità del colore sulle forme. Il suo capolavoro più famoso è “Striscia verde”. Il museo Stedelijk di Amsterdam possiede un’impressinante collezione delle sue opere.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie