I poster dell’avanguardia sovietica che farebbero invidia a Hollywood

I cartelloni cinematografici dell’epoca ben rappresentano la rivoluzione artistica di quel periodo. Oggi una casa editrice tedesca ha raccolto in un libro i lavori grafici più belli

Anatolij Belskij, poster cinematografico di Trubka Kommunard, 1929

I poster sovietici di propaganda, così come gli antichi cartelloni cinematografici, hanno ottenuto nel corso degli anni una grande notorietà prima in Russia e poi all’estero. Con il passare del tempo, infatti, sono stati esposti in tutto il mondo e venduti nelle più importanti case d’asta

Mikhail Dlugach, poster cinematografico di Yego Kariera, 1928

Negli anni Settanta in California Susan Pack, un’appassionata di marketing e pubblicità, ha iniziato a collezionare rari poster di film. La sua è la collezione più impressionante del mondo

Anonimo, poster cinematografico di Ester iz Solema, 1929

Di reccente la casa editrice tedesca Taschen ha pubblicato un volume in inglese, francese e tedesco contenente i migliori poster delle avanguardie russe 

Nikolaj Prusakov, poster cinematografico di Pervy Kornet Streshnev,1928

Il libro contiene 250 manifesti sovietici realizzati tra gli anni Venti e Trenta e appartenenti alla collezione di Susan Pack. La selezione, che ben trasmette “l’energia culturale dell’era pre-staliniana”, comprende lavori di 27 artisti diversi

Bildunterschrift: Anton Lavinskij, poster cinematografico di Miss Mend, 1927

Così come hanno spiegato dalla casa editrice, le immagini raffigurate nel libro sono ben lontane dallo stile glamour di Hollywood. Si prediligono infatti figure più rigide, sorprendenti e caratterizzate da composizioni dinamiche e primi piani sorprendenti

Smolyakovsky, poster cinematografico di Konveier smerti, 1933

L’avanguardia sovietica ha iniziato a svilupparsi all’inizio del XX secolo e si è trasformata in uno stile artistico inconfondibile. Questa nuova forma d’arte rivoluzionaria ha dato un calcio alle tradizioni più classiche e accademiche. Gli artisti che aderivano a questo movimento elogiavano un concetto nuovo di libertà

ZIM, poster cinematografico di Spartakiada, 1927

Poesia, architettura, cinema, teatro. Lo stile dell’avanguardia ha coinvolto ogni aspetto dell’arte. Tra le principali correnti si contano il futurismo, il cubo futurismo, il suprematismo, il costruttivismo e l’astrattismo

Nikolaj Prusakov, poster cinematografico di Pyat minut, 1929

All’estero sono molto popolari le mostre dedicate alle avanguardie russe. Bisogna però far presente che in circolazione ci sono anche molti falsi

Nikolaj Prusakov e Grigori Borisov, poster cinematografico di Puteshestvie na Mars, c. 1926

Di recente, ad esempio, alcuni esperti russi hanno messo in dubbio la provenienza di dipinti di Malevich, Kandinskij e altri pittori dell’avanguardia russa esposti in Belgio 

Copertina del libro, poster cinematografico

La fine degli anni Venti segna la fine dell’epoca d’oro dell’arte sovietica. Stalin considerava infatti l’arte modernista dannosa per il popolo e dichiarò il realismo socialista la nuvoa ideologia culturale dello Stato

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie