Dieci poster sovietici che vi faranno ridere e piangere allo stesso tempo

In Urss venivano date istruzioni precise ai cittadini su come gestire la propria vita: cosa mangiare, che abiti usare e cosa bere. Abbiamo selezionato per voi alcuni dei cartelloni più rappresentativi

In questo cartello, realizzato da una compagnia che fabbricava caucciù, si legge: “Non ci sono mai stati ciucci migliori. Pronto a ciucciare fino a tarda età. Si vende ovunque”

Vennero stampati vari poster a contenuto sociale, alcuni dei quali davano consigli su come educare i bambini in modo corretto (addirittura su come proteggere i capezzoli delle donne) o su come nutrire i piccolini per evitare la diarrea. Questo poster, ad esempio, suggerisce alle donne di recarsi dal medico con maggior frequenza per ridurre il tasso di mortalità infantile. “Più gente alle consultazioni (mediche), meno nei cimiteri dei bambini. Più la madre è accorta, meno si ammaleranno i figli. I bambini non devono morire!”, recita il cartello

Questo cartello invece non ha bisogno di tante spiegazioni: si tratta della pubblicità del cioccolato Alyonka, una delle marche di cioccolato più conosciute in Urss, ancora oggi presente sugli scaffali dei supermercati russi

Un’altra pubblicità legata ai dolci venne realizzata dall’organismo statale "Narkommiasmolprom RSFSR/Glavmoloko". Vi starete sicuramente chiedendo di cosa si tratta: era il principale dipartimento per la produzione di latte del Ministero dell’Industria. In questo poster si legge che il gelato in questione è il più buono e salutare, poiché per la sua produzione veniva utilizzata solo panna naturale, senza conservanti, ed era inoltre ricco di proteine, carboidrati e vitamine

Li vedete il pesce e il maialino ritratti in questo poster del 1938? Sapete perché hanno delle facce così felici? Perché “la maionese è un condimento perfetto per ogni piatto di carne fredda, pesce e verdure”. Nell’ultima riga si legge che i vasetti di vetro vuoti potevano essere restituiti al negozio di alimentari

Questa potrebbe quasi essere definita una pubblicità di moda. Glavshvejsbit, l’organo del Ministero dell’Industria tessile, promuove con questo poster delle collant in nylon, “belle, durature e igieniche”. Tuttavia bisogna ricordare che in Unione Sovietica si registrava un deficit nella produzione di nylon, che era anche parecchio costoso. Perciò le donne erano solite indossare collant di lana o di cotone

Non è del tutto chiaro il motivo per cui questo cartellone utilizzi l’immagine di una persona di colore. Non bisogna però dimenticare che spesso l’Unione Sovietica promuoveva l’amicizia tra i popoli e per questo non era raro vedere nei poster persone di varie etnie. Questo poster suggerisce che il dentifricio "Khlorodont" renderà i denti smaglianti

Forse avete già visto il celebre cartello sovietico in cui un uomo dice “No” a chi gli offre un bicchierino di vodka. Tuttavia la birra non venne mai considerata come qualcosa di dannoso. E non era raro vedere nei film sovietici gente bere birra in grandi boccali. In questo poster si legge che la birra Triokhgornoe, di uno dei maggiori produttori di birra del Paese, era meglio delle altre birre

Un miracolo della tecnologia sovietica: una scopa elettrica per il pavimento! “Fa’ in modo che pulire il pavimento sia facile ed economico”. Il poster venne realizzato da una ditta dei grandi magazzini in cui questo prodotto veniva venduto

Aeroflot fu una delle compagnia più progressiste e questo poster promuove i viaggi in business class e i relativi comfort: la possibilità di scegliere un posto a sedere, sale d’attesa speciali e un bagaglio gratuito fino a 30 kg. Come potete vedere, una matrioshka russa sta dando il benvenuto a bordo a una delegazione internazionale

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie