Cinema: Ficarra e Picone si preparano a far ridere Mosca

I due comici saranno gli ospiti d’onore della nuova edizione del RIFF, il Russia-Italia Film Festival, che si aprirà con la proiezione della commedia “L’ora legale”. La kermesse si terrà dal 1º al 12 novembre al cinema “Karo Oktyabr” della capitale russa

Ficarra e Picone portano la comicità italiana in Russia. E si preparano a far ridere il pubblico di Mosca. Sarà proprio il duo lanciato dal programma “Zelig Circus” ad aprire infatti la nuova edizione del Russia-Italia Film Festival, la rassegna cinematografica che ogni anno porta nella capitale russa gli ultimi lungometraggi Made in Italy. Dal 1º al 12 novembre 2017 il cinema Karo Oktyabr, in via Nuova Arbat, presenterà una variegata selezione di pellicole per tutta la famiglia.

Una scena tratta dal film

Ad aprire la kermesse, i due celebri comici Salvo Ficarra e Valentino Picone, che il 1º novembre presenteranno al pubblico il loro ultimo lavoro, “L’ora legale”. Ospiti d’onore del festival anche l’attrice Lucia Mascino, l’attrice Tea Buranelli, l’attore Nicola Cirasola, il regista di documentari Gianfranco Pannone, il regista Karin Proia e lo sceneggiatore Raffaele Buranelli.

Dalla commedia romantica al genere documentario, il RIFF presenta una selezione di film che rendono omaggio al meglio del cinema italiano: ne è un esempio la commedia napoletana “Gomorroide”, sguardo acuto e tagliente sulla camorra.

In programma anche “Un paese quasi perfetto”, il nuovo capolavoro che porta la firma di Massimo Gaudioso, noto sceneggiatore di Matteo Garrone. A tenere la scena Silvio Orlando, il cardinal Voiello dello “Young pope” di Sorrentino.

 Un tocco di ardita satira arriverà poi con “Oh mio Dio!” di Giorgio Amato, già insignito del premio del pubblico RIFF con la sua commedia “Il Ministro”.

La locandina del festival

Tra le prime commedie a debuttare sulla scena moscovita vi sarà quindi la visionaria favola italo-ucraina “Easy - Un viaggio facile facile”, di Andrea Magnani.

Il film “Troppo Napoletano” di Gianluca Ansanelli ben rappresenterà il genere della commedia romantica; mentre “Piuma” di Roan Johnson, premiato al 73° Festival del Cinema di Venezia e applaudito per aver trattato magistralmente il tema della gioventù e della vita dei giovani genitori, incanterà il pubblico russo più affezionato al genere di commedia impegnata.

Le star del genere drammatico al RIFF saranno invece il nuovo film di Michele Placido “7 minuti”, vincitore del Nastro d’argento e partecipante a ben 45 festival tra cui il MMKF (Festival internazionale del Cinema di Mosca), e “Piccoli crimini coniugali” di Alex Infascelli: la resa su schermo dell’omonimo bestseller di Eric Emmanuel Schmitt, insignito del Premio Goncourt, è un duello psicologico al limite tra cinema e teatro interpretato da Margherita Buy e Sergio Castellitto.

Una scena tratta dal film

Molto attesa è poi la storia d’amore proibita vissuta nella comunità dei testimoni di Geova, “La ragazza del mondo” di Marco Danieli, premiato al Festival del Cinema di Venezia e vincitore del Golden Globe. Con la stessa trepidazione si attendono gli “Amori che non sanno stare al mondo” di Francesca Comencini; la pellicola, incentrata sulle relazioni amorose avvolte da una luce tormentata e tagliente, sarà presentata nella capitale russa dall’attrice protagonista Lucia Mascino.

Come da tradizione il programma del festival prevede anche due eventi regionali: la Giornata della Puglia e la Giornata di Roma. La prima prevede la proiezione del docu-film “Buongiorno, Taranto!” di Paolo Pisanelli, nonché del romantico road-movie “Taranta on the road” di Salvatore Allocca. E ancora, per festeggiare la bellezza della regione Puglia, si terrà una presentazione del vincitore della sezione di cinema d’arte RIFF dello scorso anno: il dramma famigliare eco-friendly “In grazia di Dio” di Edoardo Winspear, vincitore del Golden Globe. Il film sarà introdotto dallo sceneggiatore Alessandro Valenti.

Una scena tratta dal film

Gli amanti della Città Eterna non potranno perdersi il film “Una gita a Roma”, uno sguardo sui viaggi dei bambini nella capitale italiana. Al pubblico moscovita il film verrà presentato dalla regista Karin Proia, dallo sceneggiatore Raffaele Buranelli e dalla giovane attrice Tea Buranelli. Altrettanto toccante la storia di “Maria per Roma” di Karen di Porto, che trasporta il pubblico nella vita di una giovane romana: una sorta di “Amelie” del Belpaese, della quale è impossibile non innamorarsi.

La sezione documentaristica verrà rappresentata poi dalla retrospettiva di un classico del genere, Gianfranco Pannone, con i suoi migliori quadri visionari: l’originale ricerca sulle tradizioni religiose in Italia “Lascia stare i santi”, il racconto di vita alle pendici del Vesuvio “Sul vulcano” (la voce narrante del film è del noto Toni Servillo) e l’approfondimento sulle tradizioni secolari della Guardia svizzera pontificia “L’esercito più piccolo del mondo”.

La programmazione di cortometraggi sarà composta da due sezioni: “Malenkoe kino” (Piccolo cinema), con una selezione dei migliori lavori degli studenti romani del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, e “Vchera, Segodnya, Zavtra” (Ieri, Oggi, Domani), dove saranno presentate i migliori lavori dal 1997 ad oggi, dalle short-comedy ai drammatici.

Insieme agli spettatori, assisteranno alle proiezioni dei film anche i giudici del Festival, tra cui la regista Tatyana Danilyants, i critici Vsevolod Korshunov e Darya Mitina e il regista Dmitrij Kupovykh.  

Per maggiori informazioni sul festival e per vedere il programma completo, cliccare qui.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale