Il Trono di Spade: 6 fatti provano che si ispira alla Russia

PLANET PHOTOS/Global Look Press
I draghi? Protagonisti nella mitologia slava. I dothraki? Quanto ricordano la calata dei mongoli dell’Orda d’Oro… Molto sembra collegare la serie cult alla cultura russa. E poi ci sono le cosplay…

Lo sapevate che…?

Fonte: Galleria TretyakovFonte: Galleria Tretyakov

I tre draghi del Trono di Spade potete trovarli anche nella mitologia russa, anche se hanno un aspetto un pochino diverso.  Zmej Gorynych, un drago sputafuoco a tre teste, era il nemico giurato dei bogatyr russi, i guerrieri eroici della tradizione medievale. Spesso rapiva giovani ragazze e terrorizzava piccoli villaggi. 

Zmej Gorynych è verde, ed è molto difficile da uccidere, perché le teste tagliate ricrescono.

Arya Stark da Novosibirsk. Fonte: REN TVArya Stark da Novosibirsk. Fonte: REN TV

La Arya Stark russa vive a Novosibirsk. Nel 2005 Maria Martynova ha vinto il concorso tra i sosia dei personaggi del Trono di Spade, che si è tenuto in ben 15 città russe. 

Fonte: PLANET PHOTOS/Global Look PressFonte: PLANET PHOTOS/Global Look Press

Il popolo dei dothraki del Trono di Spade ricorda i mongoli, che giocarono un grande ruolo nella Russia medievale. Batu Khan, il condottiero mongolo fondatore del Khanato dell’Orda d’Oro, è chiaramente Khal Drogo. I loro titoli (Khan e Khal) sono troppo simili perché si tratti solo di un caso. Gli sceneggiatori si sono evidentemente ispirati ai temibili combattenti a cavallo che terrorizzarono l’Europa.

Festival del Trono di Spade. Fonte: Vyacheslav Prokofyev/TASSFestival del Trono di Spade. Fonte: Vyacheslav Prokofyev/TASS

Il 24 giugno 2017, a Mosca, i fan si sono riuniti al parco della Vittoria per la seconda edizione del Festival del Trono di Spade. I partecipanti hanno potuto tirar di spada, battere moneta e fabbricare armi, così come farsi fare una acconciatura medievale. 

Fonte: Getty ImagesFonte: Getty Images

I filmmaker russi lavorano a una serie tv simile al Trono di Spade, ma basata sulla storia della dinastia Romanov, intitolata “Gli anni dello splendore”. Il progetto prevede 12 stagioni di 12 episodi ciascuna. La storia inizierà raccontando i tempi delle lotte intestine dei primi anni del XVII secolo. Dovrebbe uscire anche un film per il cinema a fine 2017. L’inizio della prima stagione della serie tv è programmata per inizio 2018.  

L’attore Yurij Kolokolnikov. Fonte: PLANET PHOTOS/Global Look PressL’attore Yurij Kolokolnikov. Fonte: PLANET PHOTOS/Global Look Press

L’attore russo Yurij Kolokolnikov ha recitato nella quarta stagione del Trono di Spade, nel ruolo di capo di una brutale tribù. Sfortunatamente il suo personaggio, Styr, è stato ucciso da John Snow, ma l’artista ha raccontato che la sua morte gli è piaciuta e che il suo personaggio preferito nella serie è Tywin Lannister.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale