La turya, la secolare zuppa russa da gustare in estate

Julia Mulino
Abbiamo rivisitato la versione originale di questa semplice zuppa per renderla più invitante e “piccante”: ideale per i vostri pranzi estivi o per una gita fuori porta

La turya è una zuppa fredda a base di acqua e pane. Ma non lasciatevi spaventare da questa sua semplicità: alcune moderne aggiunte possono trasformarla in un pasto rinfrescante e piccante.

La turya è spesso citata nella letteratura russa classica e nei vecchi dizionari, e viene indicata come un piatto per i poveri o come uno spuntino veloce per i contadini che lavoravano nei campi. Di solito veniva preparata con pane fresco o secco, lasciato in ammollo con acqua, kvass o latte. Può assomigliare all'okroshka, ma non prevede l’aggiunta carne.  Di solito è accompagnata da verdure e cipolle. 

Nella mia famiglia, questo piatto non viene cucinato da circa 40 anni! Ho sentito dire da mio padre che la mia bisnonna serviva la turya per pranzo in estate. Oggi ho deciso di riportare in auge questo piatto, rivisitandolo in chiave moderna. Ecco a voi la ricetta! 

Ingredienti:

  • Tè Kombucha - 1 litro
  • Pane nero - 4 fette
  • Uova - 2 pezzi
  • Cipolla verde ed erbe aromatiche
  • Olio
  • Aglio - 2 spicchi
  • Sale 
  • Pepe

Preparazione: 

Tagliate il pane a cubetti

 Schiacciate l'aglio e mescolatelo in una ciotola con l'olio, il sale e il pepe

Unite i cubetti di pane al composto di olio

Distribuite il pane in modo uniforme su una teglia e grigliatelo in forno per 5-6 minuti a 200°C, in modo da ottenere dei crostini ben dorati. Dopo un paio di minuti potete mescolarli per renderli asciutti e croccanti su tutti i lati

Tritate le verdure

Lessate le uova

Togliete la kombucha fresca dal frigorifero in modo che sia ancora ben fredda

Unite il tutto e godetevi la turya. Se desiderate portarla con voi per un picnic al parco, potete impacchettare tutti gli ingredienti separatamente e gustare questa secolare zuppa russa all'aria aperta

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie