Hamburger vegano: la ricetta facile e veloce

Julia Mulino
Non bisogna essere a tutti i costi dei fanatici del grano saraceno per apprezzare questo polpettone goloso, con il quale preparare dei fantastici hamburger senza carne

Esistono diverse teorie su come il grano saraceno di origine asiatica si entrato nella cucina russa. C’è chi sostiene che, probabilmente, i monaci bizantini lo coltivassero già nella Rus’ di Kiev (un'entità monarchica del Medioevo, sorta verso la fine del IX secolo, in parte del territorio delle odierne Ucraina, Russia occidentale, Bielorussia, Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia orientali, ndr), trasmettendo questa tradizione culinaria alle popolazioni slave locali. Nonostante le complesse tecniche di coltivazione, il grano saraceno (grechka, in russo) si è imposto al punto tale che rappresenta ancora oggi un piatto molto presente sulle tavole della Federazione. 

Viene servito come piatto principale, come contorno per la carne e come ripieno per le torte salate, ma può essere utilizzato anche in diverse varianti dolci. Non tutti però sanno che esistono diversi tipi di grano saraceno. 

Nei reparti biologici di molti supermercati europei si possono trovare due tipi di grechka, quella tostata e quella al naturale. Il grano saraceno tostato all’europea è qualcosa di completamente diverso da quello che si cucina e si mangia in Russia. Si scioglie istantaneamente in acqua e si trasforma in una sostanza omogenea in 5 minuti. 

È possibile ottenere una consistenza morbida anche con la grechka tradizionale più diffusa in Russia: con pochi semplici passaggi è possibile infatti ricavare un impasto ideale per gli hamburger vegani. 

Aggiungendo alcuni sapori, come aglio e coriandolo, e regolando la struttura con carote e cipolle fritte, il risultato sarà sorprendente! Scommettiamo? Ecco la ricetta dell’hamburger vegano che non ha nulla da invidiare a quello tradizionale. 

Ingredienti:

  • Grano saraceno tostato - 200 gr
  • Farina di farro - 80 gr
  • Carota - 1 pz
  • Cipolla - 1 pz
  • Aglio - 2 spicchi
  • Coriandolo in polvere - ½ cucchiaino
  • Aglio in polvere - ½ cucchiaino
  • Cumino in polvere - ½ cucchiaino
  • Sale - 1 cucchiaino
  • Pepe nero - 1 cucchiaino
  • Olio di girasole - 20 ml
  • Pane nero per hamburger - 2 pz
  • Pomodori - 1 pz
  • Cipolla rossa - 1 pz
  • Foglie di lattuga - 3 pz
  • Cetrioli salati - 1 pz
  • Salsa: senape + sciroppo dolce + olio di girasole in parti uguali (20 ml)

Preparazione: 

Cuocete il grano saraceno seguendo le istruzioni sulla confezione. Io di solito tosto il grano saraceno e lo trasferisco in un pentolino con 200 ml di acqua calda, quindi aspetto che assorba tutta l’acqua. Dovrà avere una consistenza molto morbida. 

Se avete a portata di mano la classica grechka, cuocetela come suggerito sulla confezione e schiacciatene una parte, in modo da ottenere una soffice poltiglia, come si vede nella foto. 

Tritate le carote e le cipolle in piccoli pezzi e friggetele fino a farle diventare morbide e dorate.

Mescolate la massa di grano saraceno, le carote fritte, le cipolle, le spezie, l'aglio fresco schiacciato e la farina per ottenere una pasta densa.

Con l’aiuto di un anello da cucina, formate gli hamburger. Per evitare che l’impasto di attacchi, coprite la tavola con un foglio di pellicola trasparente. 

Friggete gli hamburger nell’olio fino a quando risulteranno dorati su ogni lato. 

Tostate il pane sulla stessa padella. 

Mescolate la senape, lo sciroppo dolce e l’olio di girasole in parti uguali per ottenere la salsa. 

Farcite gli hamburger con i vostri ingredienti preferiti… e godetevi il vostro hamburger vegano! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie