Vatrushki: dolcetti russi dal cuore morbido, ideali per la colazione o la merenda

Si trovano in tutte le panetterie e le pasticcerie del paese, ma cucinati a casa vostra avranno un sapore davvero speciale. Ecco la ricetta

I vatrushki sono deliziosi dolcetti russi ripieni di tvorog (un delicato formaggio simile alla ricotta), che potrete trovare in tutte le pasticcerie del paese. Nessuno conosce con certezza le origini del loro nome. C’è chi ritiene che il termine vatrushki derivi dall’antica parola slava “vatra”, che significa “fuoco”. In effetti la forma rotonda di questi dolcetti ricorda un po’ il sole.
Secondo un’altra versione, invece, il termine potrebbe essere l’evoluzione della parola “tvorog”.
Anche nell’antica Rus’ si mangiavano i vatrushki e spesso venivano regalati ad amici e parenti in occasione di qualche festa popolare, come la notte di Kupala, che celebra il solstizio d’estate.
I vatrushki sono ancora oggi tra i dolci più deliziosi della cucina russa e si possono trovare praticamente in tutti i panifici e le pasticcerie del paese.

Esistono alcune versioni salate, a base di carne, purè di patate o cipolle, ma la ricetta più diffusa è di sicuro quella dolce, con un morbido ripieno di tvorog.

Ingredienti per l’impasto:

  • 300 gr di farina
  • 125 ml di latte
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 2 cucchiai di burro
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 250 gr di tvorog (o ricotta)
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaino di zucchero o estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 1 tuorlo d’uovo

Preparazione:

Iniziate dall’impasto: versate il latte tiepido in una ciotola capiente e aggiungete il lievito in polvere. Mescolate fino a quando si sarà sciolto. Aggiungete un uovo, lo zucchero, il sale e la farina e impastate con un robot da cucina o con le mani. Il processo di impasto dovrebbe durare almeno 5 minuti: assicuratevi che l’impasto risulti morbido ed elastico.

Quando avrete ottenuto la giusta consistenza, aggiungete il burro fuso all’impasto e impastate un altro paio di minuti. Formate una palla, sistematela in una ciotola che coprirete con della pellicola trasparente. Lasciatela quindi riposare in un angolo caldo della casa per farla lievitare.

Dopo circa 1 ora e mezza impastatela nuovamente e fatela riposare per altri 30-40 minuti.

A questo punto, dividete l’impasto in 10 pezzi rotondi di uguali dimensioni, appiattiteli in modo da formare dei dischi e stendeteli su una teglia rivestita con della carta da forno. Lasciate qualche centimetro di distanza tra un disco e l’altro per evitare che si attacchino durante la cottura. Prima di cuocerli, copriteli con un canovaccio e lasciateli riposare per altri 10 minuti.

Nel frattempo mescolate il tvorog con l’uovo, lo zucchero, la farina, lo zucchero vanigliato e il sale: il ripieno per i vostri vatrushki è pronto!

Ora è il momento di farcire i vostri dolcetti: con il fondo di un bicchiere realizzare una leggera cavità al centro di ogni di disco e farcitela con un abbondante cucchiaio di ripieno al tvorog. Quando tutti i vatrushki saranno ripieni, copriteli delicatamente con un canovaccio e lasciateli riposare per altri 20 minuti.

A questo punto è quasi tutto pronto per la cottura: prima di infilare i vostri dolcetti in forno, spennellateli con il tuorlo d’uovo, che potrete “allungare” con un paio di cucchiai di acqua.

Cucinate i vatrushki per 15 minuti a 200 °C, fino a quando avranno assunto un colore dorato. Serviteli con una tazza di tè o caffè. Priyatnogo appetita!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie