Bliny, le frittelline del sole che annunciano la primavera

Viktoria Drej
Esistono decine di versioni, dolci e salate, di questi pancake simbolo della Maslenitsa. Qui vi proponiamo un’antica ricetta originariamente preparata in un tradizionale forno russo, che ora potrete cucinare (in padella) anche a casa vostra

I bliny sono un dessert talmente diffuso nella cucina popolare russa che forse penserete che non ci sia niente di speciale in questa ricetta. In realtà esistono decine di modi diversi di preparare "le frittelline simbolo del sole", vere protagoniste della Maslenitsa, il carnevale russo. Possono essere dolci o salate, farcite con ricotta, salmone, marmellata…

Si possono preparare senza lievito (una versione sicuramente più semplice e veloce da realizzare); ma la mia nonna li ha sempre preparati con una punta di lievito per renderli morbidi e soffici. Inoltre li cucinava in una tradizionale stufa russa che conferiva ai bliny un gusto davvero speciale. Purtroppo oggi è molto difficile avere a disposizione una stufa russa come quella che utilizzava mia nonna, ma il risultato è altrettanto saporito anche per i bliny cotti in padella.

Quest’anno la settimana della Maslenitsa (il carnevale russo) si svolge dal 4 al 10 marzo: ciò significa che per sette giorni siamo autorizzati a fare il pieno di squisiti bliny, senza prestare troppa attenzione all’ago della bilancia. Per l’occasione vi proponiamo una ricetta facile per inaugurare ufficialmente la stagione del sole!

Ingredienti per i bliny:

  • 500 ml di latte
  • 250-300 gr di farina comune
  • 2 uova
  • 15 gr di lievito fresco
  • 40 gr di burro
  • 2 cucchiai di zucchero
  • ½ cucchiaino di sale 

Ingredienti per il ripieno:

  • 400 gr di tvorog o ricotta
  • 100 gr di panna acida
  • 1 cucchiaino di zucchero vanigliato o sciroppo
  • Miele 

Preparazione:

Scaldate il latte e versatelo in una ciotola. Aggiungete lo zucchero e il lievito.

Mescolare delicatamente tutti gli ingredienti fino a quando il lievito si scioglie; aggiungete un poco alla volta la farina. Otterrete una pastella dalla consistenza piuttosto liquida. A questo punto, aggiungete altri 3-4 cucchiai di farina.

Mescolate fino a ottenere un impasto senza grumi; coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciate riposare la pastella per circa un’ora in un luogo caldo della casa. L’impasto dovrà raddoppiare le proprie dimensioni e la pastella prefermentata dovrà risultare leggera e ariosa.

Alla pastella aggiungete le uova, il burro fuso, il sale e il resto della farina.

Amalgamate bene il composto fino a eliminare tutti i grumi. Versate l’altra metà del latte e amalgamate nuovamente. Coprite nuovamente la ciotola con della pellicola trasparente e lasciatela riposare ancora una volta per un’ora in un angolo caldo. A questo punto non dovrete più mescolarla.

Ora dedicatevi alla preparazione vera e propria dei bliny: in una padella calda e unta con una noce di burro versate un mestolo di pastella.

Cuocete su entrambi i lati fino a quando il vostro bliny avrà ottenuto una colorazione dorata. Basteranno un paio di minuti.

Realizzate i vostri bliny fino a esaurire la pastella.

Farcite i bliny con un morbido ripieno di tvorog. Potete mescolare il tvorog con la panna acida, aggiungendo un po’ di miele e zucchero vanigliato a piacere.

Potete mescolare il ripieno con un frullatore o con una frusta, in modo da renderlo cremoso e privo di grumi. Farcite i bliny e versatene un’abbondante cucchiaiata sulla parte superiore delle vostre frittelle.

Potete servire i bliny caldi o freddi. Provateli anche con una cascata di ribes neri o con della marmellata di mirtilli rossi! Priyatnogo appetita!

 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie