Borodinsky, che bontà! La ricetta del pane nero dal gusto inconfondibile

Viktoria Drej
Le sue origini si perdono nel tempo, ma ancora oggi i russi mettono in tavola questo pane molto particolare, realizzato con un pizzico di miele e un’abbondante cascata di coriandolo

Non credo che in Russia esista un pane più popolare di quello Borodinsky. Questa tradizionale pagnotta scura, dal gusto inconfondibile, può essere preparata anche a casa con farina di segale e farina di grano tenero, da insaporire poi con un pizzico di miele e un’abbondante cascata di coriandolo. Ogni russo conosce il sapore originale del pane Borodinsky, amato soprattutto dalle vecchie generazioni: i miei nonni, ad esempio, mettono sempre in tavola una pagnotta di questo tipo. I russi che emigrano all’estero, poi, confessano di sentire particolarmente la nostalgia del Borodinsky.

Le origini di questa ricetta sono ancora oggi avvolte dal mistero. Secondo una leggenda, quando il generale Aleksandr Tuchkov nel 1812 morì nella battaglia di Borodino, la vedova, straziata dal dolore, fece costruire sul presunto luogo della sua morte un monastero. Sarebbero state proprio le suore di questo monastero a inventare la ricetta del Borodinsky. Il colore scuro del pane rappresenterebbe il lutto e il dolore, mentre i semi di coriandolo simboleggerebbero i proiettili che tolsero la vita al generale.

Secondo un’altra leggenda, invece, il pane Borodinsky sarebbe stato prodotto per la prima volta all’interno di un forno sovietico e la prima ricetta sarebbe apparsa solo nel 1930.

Ingredienti:

  • 150 gr di farina di grano tenero
  • 100 gr di farina di segale
  • 220 ml di acqua
  • 7 gr di lievito in polvere
  • 20 g di malto di segale in polvere
  • 1 cucchiaio di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di coriandolo in polvere
  • Semi di coriandolo

Preparazione:

1 Come prima cosa, in una terrina mescolate tutti gli ingredienti secchi, ovvero le farine, il lievito, il sale e il coriandolo in polvere.

2 A questo punto aggiungete  il “re” di questa ricetta: il malto di segale in polvere che conferisce al pane nero Borodinsky quel suo sapore inconfondibile. Mescolate la miscela ancora una volta.

3 Diluite il miele con un po’ di acqua tiepida e versatelo nel composto secco. Aggiungete un cucchiaio di olio di semi di girasole e impastate bene. L’impasto risulterà piuttosto appiccicoso. Fate però attenzione a non esagerare con l’acqua: a seconda della farina utilizzata potrebbe essere necessario aggiustare la quantità di acqua necessaria.

4 Se l’impasto risulta troppo appiccicoso, ungetevi le mani con un po’ di olio: ciò vi permetterà di lavorare l’impasto più facilmente. A questo punto lasciate riposare l’impasto per circa un’ora in un luogo caldo della casa, coperto da pellicola trasparente.

5 Quando l’impasto sarà aumentato, dategli la forma di una pagnotta e lasciatelo riposare altri 30 minuti.

6 A questo punto mescolate un po’ di farina con dell’acqua e spennellate la parte superiore della pagnotta con questo liquido biancastro. Infine cospargete generosamente la superficie con i semi di coriandolo.

7 Cuocete il pane in forno a 210°C per 30 minuti; abbassate la temperatura a 180°C e cuocete per altri 30 minuti.

Priyatnogo appetita!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie